Cari amici e membri della community di Cam.TV desidero augurarvi uns serena domenica proponendovi un bellissimo pensiero del premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda " Le più grandi cose si dicono in silenzio. Guarda la luna che sorge." - Grazia Deledda - Fonte : Scuola di Meditazione Trascendentale Sardegna Immagine tratta da(by) Mentelocale Web Page

Cari amici e membri della community di Cam.TV nonchè gli amanti del cicloturismo sono lieto nell'informarvi che a dieci anni di distanza dalla prima indagine condotta della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta per la riqualificazione dei sedimi ferroviari non più in uso e per la loro riconversione in percorsi dedicati al turismo lento sarebbero aumentati del 60% i chilometri di ferrovie dismesse trasformati in ciclabili per un totale di oltre 1.000 km. E' quanto emerge da una nuova ricerca condotta da FIAB che rivela i passi in avanti compiuti.Recuperare infatti una ferrovia dismessa significa recuperare il patrimonio culturale ed architettonico composto dalle gallerie, i ponti, i viadotti, ci aselli e le stazioni ed allo stesso tempo evitare il consumo di suolo pubblico vergine. Cosicchè i vantaggi di una tratta di ferrovia dismessa e riconvertita sono molteplici: si valorizzano i territori minori, come i paesi di montagna; si sostiene l’economia locale; si incentiva la mobilità sostenibile quotidiana; si dà impulso alla nascita o alla ripresa di servizi ed attività di accoglienza rivolte in modo particolare ai cicloturisti. “L’appetibilità e il fascino che regala un percorso di questo tipo è ampiamente superiore a una normale ciclovia” è quanto afferma il bravo Dott. Antonio Dalla Venezia, coordinatore regionale FIAB Veneto e presidente del comitato tecnico scientifico di Bicitalia.org, il quale aggiunge nelle sue dichiarazioni “perché significa pedalare nella memoria e godere di emozioni diverse”. Tutt' oggi sono 57 le ciclovie recuperate nell'intero territorio italiano e percorrono quasi tutte le regioni, tranne la Valle d’Aosta ed il Molise. Il Veneto vanta il primato con 165,5 km, seguito dall’Emilia Romagna e dalla Lombardia. La tratta ferroviaria con più chilometri recuperati è la Godrano-Ficuzza-San Carlo in territorio siciliano, con 62 km di ciclabile. Mentre l' Umbria, la Basilicata e l' Abruzzo sono le regioni più attive nel recupero e riconversione delle ferrovie dismesse. Fonte : Mezzopieno News Web Page Immgagine tratta da(by) Mezzopieno News Web Page

Cari amici e membri della community di Cam.TV sono lieto nel portarvi a conoscenza della recente scoperto di un antichissimo palazzo Maya in Messico. Un team di archeologi ha infatti scoperto un palazzo risalente all'antica e gloriosa civiltà Maya, l'antico palazzo è immerso nella fitta vegetazione di Kulubá, una località a poco più di due ore di macchina da Cancún. Il palazzo un palazzo risalente all' epoca Maya,e quindi ad oltre mille anni fa è stato scoperto nel sito archeologico di Kulubá, ad appena 150 km a ovest dalla località turistica Cancún. L'edificio, dalla misura di 55 metri in lunghezza, 15 in larghezza e 6 in altezza, venne costruito e abitato durante due epoche della civiltà Maya: il periodo tardo classico,dal 600 al 900 d.C. circa e nel periodo classico terminale ossia dall'850 al 1050 d.C.; composto da sei stanze, come spiegano gli esperti dell'Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) del Messico fa parte di un complesso più grande che include due locali residenziali, un altare ed una costruzione di forma circolare che si ritiene fosse un forno. Non solo, gli archeologi hanno ritrovato anche dei resti umani, e vivono la speranza che le analisi forensi possano fornire a loro ulteriori indizi sugli abitanti di Kulubá. Il bravo Dott.Alfredo Barrera Rubio, uno degli archeologi che ha seguito gli scavi sostiene "Non conosciamo bene le caratteristiche architettoniche di questa regione a nord-est dello Yucatan.Per questo uno dei nostri principali obiettivi è studiare l'architettura di Kulubá." Tizimín è il comune al quale appartiene il sito di Kulubá ed ha ceduto ormai gran parte del proprio territorio selvaggio alle coltivazioni ed all'allevamento, pertanto Kulubá rimane uno dei pochi luoghi ancora ricchi di flora selvatica,i n parte rimossa per permettere gli scavi e rappresenta lo stesso territorio dove sorge l'antico edificio che potrebbe aiutarne la conservazione: «La riforestazione è un'opzione offerta dall'ambiente», commenta la brava Dott.ssa Natalia H. Tangarife, la quale è una delle restauratrici dell''Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) del Messico e che ci spiega " una soluzione contro il danno provocato dagli agenti atmosferici è piantare alberi in luoghi specifici, affinché proteggano le strutture dall'azione del vento, della luce diretta e di altri elementi". Fonte : Focus.it Web Page Immagine tratta da(by) MASDEMX Web Page

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326 327 328 329 330 331 332 333 334 335 336 337 338 339 340 341 342 343 344 345 346 347 348 349 350 351 352 353 354 355 356 357 358 359 360 361 362 363 364 365 366 367 368 369 370 371 372 373 374 375 376 377 378 379 380 381 382 383 384 385 386 387 388 389 390 391 392 393 394 395 396 397 398 399 400 401 402 403 404 405 406 407 408 409 410 411 412 413 414 415 416 417 418 419 420 421 422 423 424 425 426 427 428 429 430 431 432 433 434 435 436 437 438 439 440 441 442 443 444 445 446 447 448