Sempre così!

2018-12-08 23:11:31

È tutto vero!

3  

Verissimo!

2018-12-08 23:09:28

.... Ancor oggi accade....

La forza della voglia di vivere

2018-12-08 22:14:35

Buonasera come premesso nel mio canale Infermiere per passione stasera in questa occasione voglio condividere un articolo che descrive una mia esperienza di vita vissuta in corsia. Iniziando con una storia felice...il titolo: "La forza della voglia di vivere" questo racconto tratta di una storia vera... Una storia apparentemente triste che si è rivelata poi essere un'incredibile storia d'amore per la vita. Siamo all'inizio degli anni novanta io giovane studente infermiera piena di energia assegnata per qualche tempo in un grande istituto di riabilitazione dove i pazienti prevalentemente tetra e paraplegici trascorrevano quanto più tempo possibile per imparare ad essere più autonomi e per riprendere una qualsivoglia vita normale. Una delle prime persone che li ho conosciuto è stata una ragazza di 23 anni, bellissima con degli splendidi occhi verdi ed un caschetto di capelli biondi che esaltava in una maniera incredibile gli splendidi e dolci lineamenti. Mi avvicinai a lei ricambiando il sorriso, il mio sguardo nel frattempo attraversava quella stanza lunga e abbastanza larga per potersi muovere con carrozzine e sollevatori. Ci presentammo e cominciammo a conoscere le nostre storie quasi come ci conoscessimo da tanto e così lei mi raccontò il suo incidente, una storia incredibile. Ebbene questa ragazza faceva fino a qualche tempo prima la modella per una nota casa di moda (avrei dovuto immaginarlo), una sera cercando di sistemare dei libri in un ripiano alto del soggiorno di casa era salita su di una scaletta a tre scalini e proprio da lì perdendo l'equilibrio cadde, da tre scalini, vi rendete conto? Questa caduta le procurò la frattura delle ultime vertebre lombari con compromissione midollare, il risultato fu la paraplegia. A 23 anni una caduta stupida da un'altezza irrisoria le avrebbe cambiato la vita per sempre! Mi raccontò della rabbia e della paura provata al momento della diagnosi, al rifiuto di quella realtà sino al momento del ricovero in quell'istituto. Si perché li aveva conosciuto ragazzi e ragazze che come lei erano finiti li da ogni parte d'Italia tutti con storie diverse ed incredibili e tutti privati in qualche modo della loro mobilità. La buona energia che mi trasmetteva con le sue parole e l'ambiente stesso saturo di questa carica invisibile hanno dato inizio al mio cambiamento personale. Si perché una ragazza che mi diceva che questa sua disabilità era diventata per lei una risorsa per vivere pienamente la vita, fino a quel momento per una mente come la mia tutto ciò non era concepibile... Rimanere su di una sedia a rotelle una risorsa? Ancor oggi rivivo quelle parole con emozione. Anche se lei probabilmente non si ricorderà di me e chissà ora dove sarà con la sua storia io la voglio ancora ringraziare per aver dato l'avvio al mio cambiamento interiore. Grazie, grazie, mille volte grazie! Ciao Elena

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16