...una storia triste...

2019-01-21 22:01:59

Oggi voglio condividere questa storia triste... stamattina erano circa le 10 quando vengo a sapere che di lì a breve sarebbero arrivati due fratelli per parlare con i medici delle condizioni di salute della mamma da qualche giorno ricoverata in ospedale per un problema acuto...e per sapere anche se avrebbero potuto comunicargli della morte improvvisa del figlio più giovane... quando ho appreso questa notizia mille pensieri sono passati contemporaneamente nella mia mente e tutti con un'unica risposta che poi alla fine è una domanda... perché... perché un genitore deve affrontare un dolore così grande... dal quale non si riprenderà mai più... questo mi ha riportato ai ricordi di tutte le volte che una malattia un incidente una morte improvvisa hanno portato nelle case questo grande dolore...e oggi forse complice una giornata un po' pesante ho vissuto questi momenti molto più intensamente... già perche' alla morte ed alla sofferenza non ci si abitua mai così come i luoghi comuni voglio falsamente trasmettere a chi non vive in determinati ambiti... chiaramente gli operatori si debbono proteggere... esiste l' empatia...ma i volti gli sguardi le lacrime la sofferenza ti circondano e ti avvolgono in un vortice di molteplici emozioni che quando esci dall'ospedale cerchi di lasciare lì per farle dissolvere ma rimarranno per sempre nei cassetti della memoria...ho raccontato questa storia triste perché ognuno di noi dovrebbe smettere di correre correre correre continuamente tutto il giorno... tutti i giorni senza godere dell'attimo presente... riappropriamoci del nostro tempo e se anche il lavoro che svolgiamo lo facciamo con passione ben venga perché significa che non è un ladro di tempo...e un'ultima cosa a cui tengo veramente e chi mi conosce lo sa...diciamoci sempre quello che sentiamo e prima di lasciarci al mattino o in qualsiasi momento della giornata salutiamoci sempre... non usciamo mai senza scambiarci un sorriso! Elena

Verità

2019-01-21 20:56:21

Quando Albert Einstein incontrò per la prima volta Charlie Chaplin gli disse:«Quello che ammiro in lei è la capacità di farsi capire senza aver mai detto una parola».«E' vero – rispose Chaplin – ma lei è più bravo di me perché il mondo la stima pur non capendo niente di tutto quello che ha detto».

"Ri_SONANZA" l'orchestra che con le sue musiche ti accarezza l'anima!

2019-01-20 22:34:24

Volevo condividere con tutti la splendida serata di oggi, trascorsa ascoltando uno splendido concerto di musica classica. L'orchestra che lo ha curato si chiama "Orchestra Ri_sonanza" è nata in un paesino: Chiasellis che si trova vicino a Mortegliano in provincia di Udine. L'orchestra é formata da un gruppo di persone appassionate di musica, alcuni sono musicisti professionisti... altri musicisti nel tempo libero ed infine ragazzi ancora studenti di musica, i loro generi spaziano dal classico al moderno...fiati archi ottoni e tastiere che mi hanno trasportato in una splendida dimensione ultraterrena oserei dire quasi angelica! Credo che se tutti dedicassimo un po' del nostro tempo all'ascolto di queste frequenze così elevate da giungere sino al cuore anche il nostro corpo ne trarrebbe grandi benefici.. pertanto un invito a tutti gli utenti di Cam TV...se avete occasione di essere in Friuli quando questa orchestra si esibirà nuovamente non perdete l'occasione di partecipare al loro concerto. Infine un grande ringraziamento a mia cugina Barbara (oboe) che mi ha inviato al concerto e a tutto i componenti si "Ri_sonanza"...che dire...siete stati magnifici... grazie ancora Elena ❤️

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16