Fioriture nel mondo

2021-11-15 10:17:15

Il libro è infine pubblicato. La fatica è finita. Le correzioni sono state fatte, gli stralci pure.

Adesso è il momento di pompare a mille per farlo conoscere, solleticare la curiosità e invogliare all’acquisto?

Forse. O, conformandomi alle regole del marketing, dovrei rispondere un potente SI.

Il fatto è che questa competenza non è propriamente il mio forte.

Sono stata troppo buona, rettifico: questa competenza non rientra nel campo delle mie possibilità, non mi appartiene, le sento estranea.

Però… “Fioriture nel mondo” è il mio appartenere a quella magnifica Italia che, seppur ferita dal terremoto, continua a emozionarmi. Marketing o no.

Ringrazio Alberto Terzi per la Prefazione e la Theta Edizioni per il prezioso supporto.

Sinossi

Quando Jonathan Cox, brillante agente letterario, viene a conoscenza del progetto di Arata Nakamura, qualcosa di indefinito lo spinge ad accettare. Si tratta forse dell’ennesimo tentativo di sfuggire a un’inquietudine divenuta ormai sgradita compagna. Non è che l’inizio di un viaggio che lo porterà da New York alle Marche, negli indimenticabili paesaggi dei Monti Sibillini e tra le leggende di Arquata del Tronto.

Sofia Camacci, che vive ad Arquata, ama la sua terra. Un legame che va oltre il semplice senso di appartenenza. È qualcosa di più profondo e viscerale. Quando viene a sapere dell’esistenza del concorso letterario “Fioriture nel mondo”, ha un tuffo al cuore. Non un solo anno è passato senza che si abbandonasse alle pennellate di colore che tingono il Pian Grande e il Pian Perduto durante la spettacolare fioritura di Castelluccio. Quale migliore occasione per far conoscere al mondo la magia che respira fin da bambina? Le fate, lo sa, ne saranno entusiaste.

Per un ignobile scherzo del destino, il terremoto dell’agosto 2016 sembra mettere fine ai sogni e alle speranze di un’intera valle ma, come sostiene Nakamura, dai disastri nascono la consapevolezza della provvisorietà e la presa di coscienza di ciò che conta realmente.

L’incanto della natura che circonda Arquata del Tronto sarà la miccia che farà esplodere un amore in grado di resistere ad ogni avversità. Un invito a resistere e rinascere. Come i fiori che, nonostante tutto, continuano a sbocciare.

by Cristina Tagliabue
2021-11-02 07:36:24

Cos’ho nel piatto? Le indagini dell’Ispettore Adì

Adì è un adolescente finito, suo malgrado, in un dilemma dal quale non riesce a uscirne: perché, si chiede, devo stare attento a mangiare quello di cui sono più goloso? E ancora, perché i cibi giudicati insani non hanno un sapore orribile? Se così fosse sarebbe un gioco da ragazzi non farsi tentare da foto invitanti presenti sulle confezioni…

Decide allora di mettersi sulle tracce della verità alimentare e per farlo assume i panni dell’Ispettore Adì.

Si documenta, raccoglie indizi, ascolta testimoni e ogni passo è un tassello in più sul sentiero dell’illuminazione.

Al termine del viaggio sarà stato un investigatore dal fiuto infallibile? Avrà assicurato alla giustizia i cibi cattivi e scagionato definitivamente da pregiudizio quelli buoni? Si parlerà dell’impresa dell’Ispettore-Adì negli anni a venire?

Scopriamolo insieme a lui.
by Cristina Tagliabue
2021-10-22 06:41:28

L’idea più bella è quella condivisa, che non teme il cambiamento, fedele a se stessa eppure aperta al nuovo.

Quella che non diventerà mai intolleranza o prevaricazione perché ogni buona idea è figlia del confronto.

by Cristina Tagliabue
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19