COME SI COMPORTA IN COPPIA UNA PERSONA CHE SOFFRE DI DIPENDENZA AFFETTIVA? COME SI SENTE?

2019-09-20 16:12:49

Continua il nostro percorso sulla dipendenza affettiva. Come ho precedentemente accennato un individuo che soffre di dipendenza affettiva è sicuramente una persona ..iscrivetevi al mio Canale Counseling Vocale Emotivo https://www.cam.tv/counselingvocaleemotivo?shun=silviabenessereolistico

Caratteriste comportamentali di un dipendente affettivo

Come ho precedentemente accennato un individuo che soffre di dipendenza affettiva è sicuramente una persona molto insicura con un 

grande bisogno di essere validata dagli altri, soprattutto dalle persone più vicine. 

Spesso sono persone caratterizzate da un pensiero di tipo ossessivo: non fanno altro che pensare alla persona amata, ma non in termini positivi ma in termini di paura di essere abbandonati o traditi.

Per questo motivo percepiscono pericoli ovunque: qualsiasi persona nell’ambito lavorativo (ma anche fuori da quest’ambito) che possa 

essere interessante o affascinante può costituire un pericolo e la sua presenza sarà vissuta con estrema tensione e paura da parte della persona che teme di essere abbandonata. 

Spesso sorge una sorta di competizione con la persona che è in quel momento oggetto di paure e quindi può accadere che questa persona ignara di tutte queste fantasie e paure sia la vittima di giudizi ingiustificati o non appropriati. 

Qualsiasi frase o sguardo è vissuto come ambiguo e malevolo e l’individuo preda di questi pensieri ossessivi rischia di sviluppare un vero e proprio disturbo ossessivo e di consumare interamente la propria energia e le proprie risorse in questi pensieri poco realistici, magari perdendo di vista il lavoro, gli amici, la cura della casa e impegni importanti. 

Ciò, come è semplice pensare, non può che portare sulla cattiva strada il rapporto con il partner che non comprende la ragione di tanti sospetti e che spesso si sente letteralmente asfissiato dalla presenza logorante e timorosa del compagno o della compagna. 

La sofferenza di chi ha queste paure è  immensa ma purtroppo succede che la loro stessa paura e loro stessa sofferenza finiscano per diventare realtà ancora più dolorosa a causa del loro comportamento. 

Ricordo a tal proposito la definizione di profezia autoavverante. 

Questa consiste nel mettere in atto più o meno inconsciamente dei comportamenti che alla fine fanno si che l’oggetto della nostra paura si avveri realmente, avvenimento che insieme alla grandissima sofferenza che provoca nella persona porta a credere di avere effettivamente ragione ad avere quel timore provocando così un meccanismo doloroso che si autoalimenta.

 E’ anche possibile che la persona abbia dei disturbi: riguarda la corretta 

percezione dell’ambiente e delle persone intorno a sé vedendo letteralmente sguardi che non ci sono, comportamenti del proprio compagno o compagna ritenuti strani o sospettosi, gesti interpretati in maniera completamente errata. Al culmine della paura e della gelosia la persona che soffre di quello che chiamerei un disturbo di dipendenza può arrivare a seguire il partner completamente all’oscuro di tutto e una volta scoperto quanto avviene alle sue spalle questofatto può essere la causa della fine della relazio