Sensi di colpa… quando l’inconsapevolezza la fa da padrone…

2019-02-06 12:35:24

Un turbinio di pensieri che ruota attorno a “se solo avessi…” ed a mille ipotesi alle quali la mente tenta di aggrapparsi per trovare sollievo a ciò che ormai è già successo e che magari non crediamo o veramente non possiamo riparare....

E quando ci si lascia aggredire, poi iniziano le autoaccuse, le autocondanne, e quando ancora si aggrava, si perde la fiducia in sé stessi e con essa anche la stima di sé. Gli errori che commettiamo nella vita per negligenza o disattenzione o per semplice inconsapevolezza possono rincorrerci a lungo nel nostro percorso terreno fino a devastare tutto quanto. Quanto siete disposti a farvi a pezzi per ciò che avete commesso ? Quando basta il tormento che vi sapete dare o dare agli altri per ciò che è già accaduto ? Quanto volete soffrire per capire che l’autocolpevolizzazione o la colpevolizzazione altrui è distruttiva e l’errore non è negligenza ma una delle tante espressioni dell’inconsapevolezza, ma ancora una fase focale di ogni processo di apprendimento ? Quando non è così grave, è comunque un continuo turbinio di energia che ruota attorno al nostro capo ed al nostro corpo. Questo vortice negativo continua a trattenerci in una morsa di continuo rielaborare e cercare di capire dove si sbagliato e come rimediare. Spesso ci ricorda quanto abbiamo commesso o quanto non siamo in grado di fare meglio di quanto in realtà vorremmo. Il turbinio di pensieri può poi spostarsi su quanto vorremmo poter essere e fare per noi stessi e gli altri e che per una ragione o l’altra rimandiamo: ed il punto che è che sotto sotto proprio non crediamo di potere essere o realizzare nulla. È fondamentale prendere consapevolezza che i sensi di colpa sono la prima causa per cui le situazioni si aggravano, invece di porvi rimedio attivando una malato concetto di  “coscienza” perché una reale assunzione di responsabilità di sé stessi non passa attraverso un’inutile auto crocifissione. E questo vale anche per chi li “fa i sensi di colpa” agli altri. Un continuo colpevolizzare gli altri per ciò che hanno commesso, un continuo rimprovero per ciò che ancora non fanno o non sanno essere, non solo non insegna nulla o non porta il cambiamento, ma il più delle volte è estremamente distruttivo. Scoprire il motivo per cui ci aggrappiamo a questo tipo di sentimenti e sostituirli con strategie creative e costruttive è ciò che invece ci può cambiare l’esistenza. Usando positivamente l’accaduto o l’errore, o quanto non ci riesce, come stimolo a trovare nuove vie, nuovi percorsi, nuovi talenti possiamo trasformare positivamente la nostra esistenza portando del bene non solo a noi stessi, ma a tutti coloro che attorno a noi potranno attingere alle energie del nostro cambiamento e del nostro rinnovato modo di vivere, pensare, agire ed amare noi stessi e gli altri. È importantissimo inoltre ricordare di non rimandare a porre rimedio ai propri sensi di colpa perché la loro vibrazione d’energia è quanto di più distruttivo possa esistere e che, state certi, farà tanti altri danni. Non date quindi a voi stessi altre scuse per rimandare neanche per un’istante a porre rimedio a ciò che in fondo noi tutti sappiamo essere un sentimento estremamente penoso con il quale convivere. Porre quindi nuovi obiettivi attraverso nuove modalità di pensiero e nuove percezioni rispetto a come prima guardavamo a noi stessi ed alla nostra esistenza può essere un potentissimo catalizzatore di cambiamento reale e tangibile nella nostra esistenza.  

Scintilla Sessioni Seminari Webinars e Group Calls  

Accedete a tutte le informazioni per le singole sessioni, seminari webinars e Group Calls e avrete piena descrizione di ogni singola offerta per una chiara scelta di quanto sia adatto a voi e vicino ai vostri desideri e necessità Scintilla Sessioni Seminari Webinars e GroupCalls