Non sempre le cose vanno come avresti sognato...

2020-06-23 10:13:37

Ami programmare? Fai un sacco di voli pindarici su come e cosa vorresti diventare? Ma immancabilmente, qualcosa guasta i tuoi piani da manuale...

Troppo spesso ci concentriamo sul piatto, su cosa mettiamo nello stomaco. Ma facendo così perdiamo il focus dal vero problema. Di cosa nutriamo la nostra mente? La nutriamo da schifo? Allora la nostra vita sarà uno schifo. Il nostro aspetto fisico sarà uno schifo. E così subentrerà il circolo vizioso, il cane che si morde la coda... Mi faccio schifo? Mi sento da schifo! E sai che faccio? Mangio per dimenticare! E poi subentreranno i sensi di colpa... E compagnia cantando. E il resto lo sai benissimo anche tu. È un copione che conosciamo alla perfezione. Il problema non sta nel piatto! Affronta il problema dove nasce. Il problema sta nella tua dannata testolina. Il resto sono solo cazzate commerciali per vendere beveroni, cremine, pastiglie o chissà quale altro veleno.

Congratulazioni al grande grandissimo Max Calderan. Il nostro amico camer ha concluso da un paio di giorni la sua avventura incredibile. Come avevo già anticipato, questo atleta fenomenale ha attraversato il secondo deserto al mondo per estensione, ben 1100 kilometri percorsi a piedi in solitaria. Rub al Khali, così si chiama in arabo questo pezzo di mondo ancora inesplorato è soprannominato da tutti The Empty Quarter, ovvero il Quarto Vuoto. Il vuoto più assoluto, descritto da lui... dove neppure la voce si propaga nell’aria. Distese infinite di sabbia, nessun animale o forma di vita, niente nuvole ne aerei nel cielo e un silenzio mai provato prima. Non voglio però aggiungere altro perché vorrei che fosse Max a raccontarvi la sua impresa. Spero tanto che un giorno questo nostro collega camer si faccia vivo per raccontarci qualcosa di persona. Per il momento vi invito a leggere i giornali dei giorni scorsi per capire chi è e cosa diavolo ha combinato di così estremo. Non posso essere che entusiasta di questa sua prestazione incredibile e sono strafelice di averlo visto tornare sano e salvo. Davvero un personaggio unico al mondo. Grande Max! Ora puoi riposarti e goderti la tua cara famiglia! La tua amata sabbia può attendere... Ciao!