Daniele Berti

Top Founder Senior

La scienza della felicità? ... funziona!!!

2019-02-11 17:13:25

Ieri pomeriggio ci siamo trovati per questo breve laboratorio sulla Scienza della Felicità. innanzi tutto complimenti ai partecipanti che hanno scelto di avvicinarsi a questo tema con un approccio scientifico seguendo, magari senza saperlo, uno dei tanti bellissimi aforismi di Albert Einstein. Dovremmo guardare ad ogni cosa come se fosse un miracolo e dovremmo guardare ad ogni cose come se non fosse un miracolo. Così guardando alla felicità come se non fosse un miracolo, un attimo fuggente o un traguardo irraggiungibile corriamo il rischio di capire quali siano i meccanismi che governano quello che Aristotele definiva il bene sommo per l'essere umano: la felicità. Spesso pensiamo che saremmo più felici se il mondo fosse diverso, se le persone fossero più buone, se vivessimo da un’altra parte del mondo. In pratica vorremmo che il mondo cambiasse per farci felici ma, da parte nostra, l’unica cosa che siamo disposti a fare è di pretendere che siano gli altri a cambiare per rendere noi felici.

Dove sta la felicità?

Aiutati anche dal breve video di Zigmund Bauman abbiamo preso atto che cercare la felicità al di fuori di noi è il medoto più sicuro per non trovarla mai. L’unica persona che ti può garantire la tua felicità sei tu. Per capire quanto ciò sia vero abbiamo fatto alcuni semplici esercizi di consapevolezza e di respirazione e così abbiamo scoperto le quattro semplici leggi da rispettare per ritrovare la felicità 1. imparare a vivere nel qui e ora, se ora non sei felice non è colpa di quello che ti è accaduto nel passato, né sarai felice solo se qualcosa si avvererà. Se ora non sei felice è perché ancora non hai deciso di essere felice. 2. prendere atto del fatto che abbiamo tutto ciò che ci serve per essere felici 3. non giudicare. Ogni volta che giudichi un fatto, il comportamento di una persona o una persona diventi prigioniero di quel fatto, di quel comportamento o di quella persona e non hai più le risorse per agire in modo consapevole e costruttivo 4. essere responsabili della propria felicità e quindi non dare la colpa agli altri, al mondo o a chichessia che tu non sei felice. Se pensi di non essere felice per colpa di qualcun altro significa proprio che tu metti la tua felicità sotto il potere di altre persone Certo queste 4 leggi forse possono essere semplici da capire ma non altrettanto facili da mettere in pratica. Nonostante ciò, il solo fatto di ragionato su questo argomento e di aver portato un po’ di chiarezza sulla questione della felicità, ha generato nei partecipanti qualche positivo cambiamento. Chi è arrivato “con molta ansia e molti pensieri” è ritornato a casa “Felice di aver fatto questa esperienza”. Oppure chi era arrivata “Stanca e stressata” se ne è andata via “Leggera e beata”.

Altro risultato interessante è stato che misurando 10 parametri diversi, la sensazione di ansia e di stress del gruppo dei partecipanti è calata del 51,56% mentre la sensazione di benessere è cresciuta del 56,38% Certo non è ancora la Felicità ma certamente è stato fatto un primo importante passo per rigenerare dentro di sé “Il bene sommo per l’essere umano” Capito che cosa fare per essere felici nel prossimo incontro indagheremo su quali sono le invisibili barriere alla felicità.