#iorestoacasa è una buona occasione per dedicarci alla buona cucina. Oggi, cari #camers vi dedico questa gustosissima ricetta http://cuciniamo.mammeonline.net/tagliatelle-di-mais-con-spadellata-di-verdure-condita-con-olio-al-basilico/ Tagliatelle di mais con spadellata di verdure e condita con olio al basilico. Provatela perché è davvero fantastica, sana, abbondate più di verdure che di pasta così riuscite anche a tenere sotto controllo l'aumento di peso che forse sarà più facile non facendo molto movimento fisico. Ma meglio una pancetta in più che una vita in meno: seguiamo le regole e restiamo a casa, lontani ma vicini gli uni agli altri nel senso più amorevole e civico che ci sia mai stato richiesto nella vita.

3 ricevuti da:

Coronavirus. La lotta per i diritti in tempo di emergenza. https://www.mammeonline.net/content/coronavirus-lotta-diritti-tempi-emergenza Articolo di Simona Sforza via Mammeonline [...] In questi tempi è emerso ancora una volta come il carico di cura sia tuttora assai sbilanciato e a carico delle donne. La chiusura delle scuole, necessaria e ineludibile, ha creato non pochi problemi di gestione e di conciliazione, come d'altronde accade in caso di malattia dei figli o di scuola chiusa per vacanze. Chi non ha i nonni o entrate sufficienti per una tata si è trovata di fronte ai consueti problemi, eppure se ci pensiamo, sono gli stessi di prima, allorquando la scuola non può essere la soluzione ad ogni problema di conciliazione. Qualcuno, come il Moige, ha provato a proporre qualche richiesta (che va bene, a patto che i permessi non siano ad esclusivo carico delle madri). Il non poterci permettere interruzioni, che non fa rima solo con il precariato o con contratti strambi o col lavoro autonomo: questo è il nocciolo del problema. Pensare che noi coincidiamo e siamo il nostro lavoro, un altro pezzo del problema. Pensare che il nostro valore e la nostra priorità sia il nostro lavoro e quanto ci rende. Quando c'è un valore negato a tante attività “gratuite”, di cura, di solidarietà, di sostegno sociale, che sono invisibili ma vanno a creare valore, colmare i vuoti, permettere che l'economia visibile possa mantenersi in piedi. Il richiamo e l'invito allo smartworking in questi giorni si è fatto necessità, per cause di forza maggiore oggi si scoprono modalità di organizzazione del lavoro alternative, spesso mal digerite da tanti vertici aziendali che preferiscono vedere il gregge a sformare le sedie piuttosto che riorganizzare il lavoro. In questi giorni anche l'aria e l'ambiente hanno tratto benefici. Ristrutturare i modelli non solo in concomitanza di emergenze, ma sulla base di un intelligente sviluppo che tenga al centro il benessere del lavoratore o della lavoratrice, la sostenibilità di certi modelli di sviluppo e di produzione di ricchezza. Senza dimenticare che di strumenti di conciliazione dovrebbero aver bisogno anche gli uomini. Insomma, le resistenze a ripensare i modelli lavorativi vengono meno solo se non se ne può fare a meno. [...] Segue sul sito, link in alto.

1 ricevuti da:

Partiamo da una domanda: i papà ci sono e, soprattutto, vogliono esserci? https://www.mammeonline.net/content/sono-papa-non-sono-mammo-com-cambiato-ruolo-del-padre Sui social stanno finalmente fiorendo molti profili gestiti da papà, uomini diventati padri che si prendono cura della propria famiglia, uomini con un valore aggiunto e quel valore è proprio la rispettiva identità paterna. E’ presente una vera e propria community che si sostiene e mette in evidenza come il papà è competente, il papà sa fare, il papà è informato: è stato lanciato l’hashtag #noipapàcisiamo. Tanta è ancora la strada da percorrere ma ci sono piccoli passi in avanti da un punto di vista culturale e non solo, pensiamo per esempio all’ipotesi di estendere il congedo di paternità. Si è passati dal considerare la gravidanza da evento puramente femminile a evento che si verifica e che coinvolge la coppia, sia uomo che donna, sia madre che padre. Com'è cambiato il ruolo di padre? Ne parliamo oggi con Elena Romeo I primi 1000 giorni di vita : uno sguardo alla Psicologia... , nel suo articolo in home page su #mammeonline E voi neo papà, come vivete il vostro nuovo ruolo? Fateci conoscere il vostro pensiero su questa evoluzione straordinaria che è il passaggio da uomo a papà.

1 ricevuti da:
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41