Contact form
Contact me through this form
 
 
 
 
 
 

Scan the QR code to enter the data into your contact list

Facebook Pixel inserted.
Content not visible to other users.
Personal information
 
 
 
 
 
 
 
Links to social networks
 
 
 
 
 
 
Which function should this button trigger?
This option will only be visible to users who are not logged in. Use it to invite your visitors to register.
Enter the sharing link to a resource on Google Drive or Dropbox. Users who click on this button will download your resource directly.

    Facebook Pixel is a string of code you get through the Facebook help desk (watch the tutorials, receive the Pixel ID and enter it in the field below). Once added in the article or in the info of the channel it allows you to keep track of the views, directly from the dashboard of your Facebook account.

    La consapevolezza delle emozioni
    da sapiens a felix

    Thematic Channel

    da sapiens a felix

    La consapevolezza delle emozioni

    Uno dei primi risultati che si ottengono imparando ad essere felici è che lo stress diventa un ricordo e i benefici sono straordinari

    Qualche altro sano motivo per imparare la felicità

    Il fatto è che imparando ad essere felice perdi un sacco di vizi fastidiosi; ad esempio non ti preoccupi più per cose che non accadranno mai, non ti arrabbi più per questioni di ben poca importanza, smetti di litigare con chi comunque non cambierà i suoi comportamenti, scopri che ti è molto più facile risolvere quei normali problemi quotidiani che prima ti creavano tanta angoscia e può anche capitare che fai pace con il frigorifero e non lo saccheggi più per calmare ansie e stress; non solo ma più impari ad essere felice più scopri con piacere che anche le altre persone iniziano a trattarti in modo sempre più gentile.


    E siccome non sprechi più un sacco di tempo in cose che tutto sommato ti facevano solo innervosire e stare male, scopri che hai un sacco di tempo da dedicare a quelle cose che veramente ti piacciono e ti appassionano.


    Come recitava uno spot di qualche anno fa “Provare per credere”.


    Poi, siccome piove sempre sul bagnato il fatto di aver imparato ad essere felice ed aver trasformato lo stress in un ricordo ti da dei grandi benefici anche alla salute, il tuo sistema immunitario si fa più forte e ti risparmi un sacco di fastidiosi malanni che non si capisce mai da dove arrivano: dolori alla schiena, alle cervicali, bruciori di stomaco, senso di stanchezza e raffreddori vari.


    E se la cosa ti sorprende quello che potrebbe sorprenderti di più è ben più fastidioso di un raffreddore.


    Continuando a pensare che prima di essere felice hai un sacco di problemi da risolvere e quindi, per forza di cose non puoi abbandonare tutto ciò che ti aiuta a coltivare ansie e stress, non fai altro che alimentare uno degli effetti più devastanti e più nascosti dello stress.


    In questo video te lo racconta bene il Dottor Cicero Galli Coimbra neurologo e Professore all’Università Federale di San Paolo del Brasile e se sei di fretta perchè hai un sacco di cosa da fare, te lo riassumo in poche parole: lo stress oltre a indebolire drasticamente il sistema immunitario e favorire l’insorgere di patologie come la Sclerosi Multipla, il morbo di Parkinson e molte altre patologie autoimmuni, interferisce pesantemente anche in quella che è la struttura del cervello distruggendo cellule neuronali e rallentando quello che è il naturale ricambio di queste cellule, favorendo così l’insorgere di patologie come l’Halzeimer.


    Sigmund Freud, nel secolo scorso, ha scritto “Abbiamo rinunciato alla felicità per un po’ di sicurezza” chissà, forse con le nuove scoperte delle neuroscienze e della psico-neuro-endocrino-immunologia, ci troveremo costretti ad imparare ad essere felici … per un po’ di salute.

    Buona visione.

    Contact form
    Contact me through this form
     
     
     
     
     
     
    received from:
    This site uses third-party cookies to improve your experience and provide services in line with your preferences. By closing this banner, scrolling this page, or clicking on one of its elements, you consent to the use of cookies.

    Oppps...

    I can’t load the resource