Autenticità e maschere...

2018-10-16 10:22:38

In una società che abbiamo contribuito a costruire dove non abbiamo affermato un chiaro no ad un'attitudine di maschera e di competizione per un traguardo di successo che credevamo avrebbe portato tutto, può capitare di perdere autenticità… Rimanere sé stessi, comprendendo e non temendo quei limiti che saranno solo motivo di altre esplorazioni, altre avventure, altre scoperte di chi decidiamo di essere in questa vita… Muoversi quindi nell'autenticità significa dare fiducia di trovare persone che sapranno apprezzare chi siamo, come pure i nostri talenti perché siamo noi i primi a riconoscere il valore di noi stessi, delle nostre competenza e di ciò che abbiamo da offrire...

Avatar fra finzione e realtà….

2018-10-15 09:31:49

Avatar… è un termine usato in un celebre film, oltre che in altri contesti informatici sia di giochi o altro, ma non è solo un termine ed non è solo un film ed essere Avatar è una realtà vera in dimensioni di Luce dove il livello a cui appartiene un Avatar stesso è di Creazione, di piena collaborazione con la fonte della Vita stessa, la Sorgente Divina. Avatar è energia dorata e Consapevolezza Cristica, oltre ad essere famiglia spirituale che appartiene al Raggio di Creazione Blue in pieno contatto e sinergica collaborazione con le energie acquamarina della Madre Divina, energia di cui è pienamente in sintonia il pianeta Terra...

1  

Un nuovo futuro nell’azione collettiva planetaria…

2018-10-14 18:06:48

Un nuovo futuro nell’azione collettiva planetaria…Esule da diverse conferenze del week end anche internazionali, vedo insegnare a tante persone che il modo più veloce di diventare ricchi o fare soldi è diventare trainer, diventare coach... L’aspetto allarmante di una notizia come questa non è soltanto il denaro, per cui potremmo discutere per ore, ma l’aspetto etico e di grave deresponsabilizzazione nei confronti dei presunti clienti o pazienti comunque li si voglia chiamare. Posso capire l’urgenza del guadagnarsi di che “vivere”, anche se l’espressione è di per sé scorretta. Noi non andiamo a lavorare per vivere, non ci facciamo retribuire per vivere, bensì per mantenerci o per offrire a noi stessi la vita che vogliano. La vita non dipende nel dal fatto che lavoriamo, né dal essere retribuiti, altrimenti ogni persona ricca sarebbe sempre sana ed in vita. Rimane che togliendo l’urgenza di un introito mensile, più o meno urgente per il momento di transizione dove molte professioni sembrano non avere più di che dare da lavorare, resta che se una formazione è veloce o breve, chi inizierà a lavorare avrà una competenza troppo piccola per veramente assumere ruoli che possono avere un’importanza ed una responsabilità focale nella vita di una persona. Giocare con la vita degli altri è indegno, fregarsene se ciò che si fa in terapia, o in ambito consulenza è indecente, oltre al fatto che si divulgano in questo ambito concetti uguali per tutti, che quasi sono diventati moda e che pochi sembrano aver veramente praticato o integrato. I modelli statunitensi di grande successo vanno per la maggiore ed affascinano un sacco di persone. Certo non ho nulla contro il fatto che molte persone siano benestanti e felici nella loro vita, ma preoccupa un senso di egocentrismo o di novella meritocrazia, che nasce da persone vittime da modelli vecchi di mercato del lavoro nei quali sono stati sfruttati e la cui reazione è di vittimismo per non aver ricevuto per quanto dato. Focale è distinguere una sana meritocrazia che non nasca dal “chi si dà da fare, guadagna e gli altri no” altrimenti avremmo riciclato il modello di “lavoro a cottimo” che prende i toni del cottimo di lusso. I nuovi modelli economici è necessario che abbiano al centro modelli alla cui base c’è il lavoro di gruppo, la comunità, o per meglio dire la “planitarietà”. Non è più il tempo del pensare solo al proprio orticello. Oggi dobbiamo comprendere che ogni nostra decisione ed azione si riflette su tutti quanti, e tutto il sistema. La Terra con i suoi abitanti è un organismo unico e non esiste lavorare in modo diverso se non collaborando e prendendo decisioni che sono win-win situation ed a favore di tutti. Responsabilità spesso nel passato è stato solo ed unicamente sinonimo di peso o di abuso di potere. Oggi invece assumere responsabilità è importante che sia sinonimo di mettere in atto le proprie competenze a favore della collettività, attivando pienamente il proprio potere personale senza abusarne e senza approfittarne. Essere fautori o catalizzatori di ricchezza ed abbondanza significa anche attivare nuove priorità e nuovi valori al cui centro vi è la vita a livello planetario. Solo sistemi e modelli che lavorano per la vita e in favore dell’espansione dell’esperienza vissuta che comprendono non solo l’essere umano, ma ogni forma di vita, quindi anche quella animale e vegetale, saranno modelli che permetteranno soluzioni eco sostenibili, grazie a sistemi di energie rinnovabili e non a danno della natura…. continua su…. https://www.facebook.com/scintillaterapie.seminarievolutivi/posts/2068233213490507?__tn__=K-R

2  
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134