Cosa sono gli oneri di sistema in bolletta? Tra le tante voci “incomprensibili” della bolletta una delle più chiacchierate è quella relativa agli oneri di sistema: un insieme di costi che, per la luce, rappresentano da soli il 20% della spesa annua. Ma di cosa si tratta nello specifico? Cerchiamo di capirne qualcosa in più in questo articolo. Gli oneri di sistema sono da sempre una di quelle voci della bolletta elettrica che fanno più discutere. Sono ineliminabili e vengono pagati da tutti i clienti residenti e non, a prescindere dal fornitore e dal contratto sottoscritto. Questi costi extra rappresentano circa il 20% del totale da pagare per l’energia e sono aumentati dal 2010 al 2016 da 5 a 10 miliardi di euro; ma proprio perché vanno ad “aggregare” tanti costi diversi, sono diventati negli anni per i consumatori una sorta di contenitore di questa o quella “tassa del momento”. In questo periodo, ad esempio, si sta diffondendo nei consumatori la convinzione che all’interno degli oneri di sistema vengano inclusi gli importi non pagati dai clienti finali morosi. Premettendo che questa convinzione è totalmente errata e che ci sono altri meccanismi (che approfondiremo in futuro) per recuperare quegli importi, oggi cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza sugli oneri di sistema in bolletta. Oneri di sistema: cosa sono? Prendiamo direttamente dal sito di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) la definizione degli oneri di sistema: Sono gli importi fatturati per coprire i costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico, e che vengono pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico. In particolare per: messa in sicurezza del nucleare e misure di compensazione territoriale; incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate; copertura delle agevolazioni tariffarie riconosciute per il settore ferroviario; sostegno alla ricerca di sistema; copertura del bonus elettrico (non viene pagato dai clienti cui è stato riconosciuto il bonus sociale); copertura delle agevolazioni per le imprese a forte consumo di energia; integrazioni delle imprese elettriche minori e promozione efficienza energetica. In generale, gli oneri di sistema sono stati introdotti nelle bollette energetiche per far fronte a specifici obiettivi collettivi che riguardano il sistema elettrico. Già da una prima occhiata però notiamo come, accanto a spese direttamente connesse con il servizio di fornitura di energia (come le politiche di incentivazione decise dallo Stato, gli incentivi all’energia verde e alle fonti rinnovabili) ce ne siano altre che potremmo definire parafiscali, ovvero costi che potrebbero essere spostati sulla fiscalità generale. Di questo tema se ne è occupata spesso la trasmissione RAI “Mi Manda Raitre”: in particolare, un approfondimento sull’argomento è disponibile a questo link. https://www.raiplay.it/video/2019/06/Mi-manda-Raitre-c813d15f-7537-42be-93f5-cc8b6c10b412.html Ciao a tutti

Sei un associazione sportiva dilettentistica? ti interessa essere sponsorizzato ogni anno dal tuo fornitore di luce o gas ? il tuo fornitore ti ha fatto la pratica delle accise agevolate sul gas? il tuo fornitore ti ricorda di farti fare le letture del gas per evitarti bollette salate? lo conosci di persona il tuo fornitore? se le risposte sono più no che si................chiamami e conosciamoci viene da te quando vuoi dei chiarimenti? sei un buon cliente da più di qualche anno? è mai venuto da te il tuo fornitore per farti abbassare il prezzo? Ciao a tutti da Max https://www.uniongaseluce.it/

Condizionatori ed energia: ecco come stare freschi senza l’ansia della bolletta. Con l'arrivo dell'estate e l'aumento delle temperature l’unico rimedio contro il caldo sembra infatti il nostro "caro" condizionatore. E così ogni estate ritorna sempre lo stesso dilemma: avere una casa fresca e pagare di più in bolletta o morire di caldo risparmiando qualcosina? Un modo per conciliare i due estremi c'è e ce lo indica ENEA, l'Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l'Energia e lo sviluppo economico sostenibile. Da pochi giorni è infatti on-line un decalogo con 10 consigli per trovare sollievo dal caldo senza avere l’ansia della bolletta. Puoi consultarlo a questo interessante articolo dedicato: https://www.ingenio-web.it/23861-condizionatori-il-decalogo-enea-per-ridurre-i-consumi-e-i-costi Tratta di dieci indicazioni pratiche che ci consentiranno di risparmiare fino al 7% sul totale della bolletta elettrica e inoltre di fare del bene all’ambiente: riusciremo a facilitare un uso efficiente del condizionatore, ottimizzando il raffrescamento e salvaguardando il nostro risparmio. Grazie ai consigli dell’ENEA potremo accendere senza troppi sensi di colpa il nostro condizionatore domestico. A presto....

1 2 3 4 5