Polizia e “Supercar” Già da anni la nostra Polizia di Stato può vantare nella sua flotta di automezzi la presenza di auto “supercar”, offerte dalla casa automobilistica Lamborghini. Infatti l'azienda di Sant'Agata Bolognese nel 2004 ha donato alla Polizia di Stato due esemplari della “Gallardo”: auto che prende nome da una razza di tori spagnoli, dotata di un propulsore di 10 cilindri a V, di 4961 cc, una potenza di 500 Cv e capace di una velocità di oltre 300 Km/h. Nel 2008 sono state donate due vetture dello stesso modello, ma di nuova generazione, con un motore di 5204 cc, una potenza di 560 Cv e velocità massima di 325 Km/h. Successivamente nel 2013 è stata consegnato un nuovo esemplare in versione LP560-4. Queste Super-Volanti equipaggiate con defibrillatore semiautomatico e contenitore refrigerato, vengono utilizzate principalmente per il trasporto di organi, plasma, sangue, vaccini e medicinali nei casi di emergenza ed anche per pattugliare percorsi autostradali e, se si presentasse il caso, effettuare inseguimenti ad alta velocità. Il 29 novembre 2009 uno degli esemplari è andato distrutto in un incidente stradale a Cremona: per evitare una vettura che le avrebbe tagliato la strada all’uscita di un distributore andò a schiantarsi contro alcune auto in sosta. Nel 2015 la Lamborghini cosegna alla Polizia di Stato di Roma il suo nuovo modello: la Huracan. Anche quest'automobile porta il nome di una razza spagnola di tori da combattimento. Monta un motore V10 da 5.2 litri da 610 CV, raggiunge i 100 km/h in 3,2 secondi e ha una velocità massima superiore ai 320 km/h. Nel 2017 la Lamborghini cosegna alla Polizia di Stato di Bologna una seconda Huracan. La Lamborghini Gallardo non è il primo caso di supercar per la Polizia di Stato. Nel 1963 infatti la Squadra Mobile di Roma veniva equipaggiata di una Ferrari 250 GTE. L'auto era dotata di un motore a dodici cilindri a V di 2953,2 cc, con potenza di 235 Cv, velocità massima di oltre 230 Km/h e aveva 2+2 posti. Assegnata al Maresciallo Armando Spatafora, fu protagonista di inseguimenti rocamboleschi che riempirono le cronache dell'epoca. Tra i tanti inseguimenti è famoso quello giù dalla scalinata da Trinità dei Monti a Piazza di Spagna. All'audace poliziotto si ispirò il regista Stelvio Massi che nel 1977 girò il film “Poliziotto Sprint”. Ma non solo la nostra Polizia italiana può vantarsi di “Supercar”. La polizia di Dubai è infatti dotata di una flotta ben più ricca. E' formata da circa una quindicina di auto, tra le quali una Aston Martin One-77, una Ferrari FF, una Bentley Continental GT, una Porsche Panamera Hybrid, una BMW i8s ed anche una Lamborghini Aventador. Top della flotta è la Bugatti Veyron, che raggiunge la velocità massima di oltre 400 chilometri all’ora. Con il suo motore a 16 cilindri, produce 1.000 cavalli, che gli consentono di accelerare da 0 a 100 Km/h in soli 2 secondi e mezzo. Tale flotta di veicoli non viene utilizzata per inseguimenti ad alta velocità o per molti dei normali compiti di polizia. Al contrario, le supercar girano in cerca di turisti per essere al centro dell’attenzione, per “socializzare” con il pubblico e dimostrare quanto sia amichevole la polizia di Dubai, che vuole anche dimostrare di essere favorevole alla parità di genere: le auto più costose sono guidate da ufficiali femminili.

LAMBORGHINI "MIURA Concept" (2006) La "Miura Concept" del 2006, progetto sviluppato da Walter de Silva, ricalca pressoché totalmente la linea della ben più famosa e illustre antenata Miura del 1966, disegnata da Marcello Gandini della carrozzeria Bertone. Il nome, che accomuna le due auto, deriva dal fatto che Ferruccio Lamborghini, nato sotto il segno del toro e amante delle corride, volle battezzare la vettura nata nel 1966 in onore dell'allevatore di tori Don Eduardo Miura Fernandez. Si può osservare però che il profilo del muso della Miura assomiglia molto a quello di uno squalo. In sintesi potremmo dire che la creatura è uno squalo Toro!

LAMBORGHINI MIURA "Concept" (2006) Nel 2006 la Lamborghini costruì questo modello per celebrare il 40º anniversario della Miura; fu la rivisitazione in chiave moderna della mitica progenitrice. Quest'auto purtroppo è rimasta un esemplare unico, non ha avuto seguito produttivo e in quanto a prestazioni... .....può essere superata anche a piedi. E' priva di motore!

59  
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11