Quando il cane, lasciato a casa solo, fa danni. Come posso aiutarlo?

2021-02-17 15:11:28

Educazione, attività fisica e mentale e il potente supporto dell'Aromaterapia vi aiuteranno a superare e risolvere questo problema.


Per ogni problema che il cane manifesta, c'è dietro una causa.
Diventa quindi fondamentale individuare questa causa e lavorare su di essa per risolvere il problema.

Per chi di voi che, come me, quando parte per le vacanze... non può fare a meno di portare il suo cane con sè!!! https://www.lerosa.it/animali-domestici/cane/vacanza-col-cane-5-mete-adatte/

Quello che vedette, o meglio, intravedete sotto un tavolo e una sedia è Cody. Cody è un cane dolcissimo, di quelli con una personalità talmente forte e unica da non riuscire a non entrarti nel cuore e a crearsi lì un angolino tutto per sé. È stato adottato quando aveva 6 mesi, dopo che aveva passato questo breve periodo della sua vita in canile. Il suo inserimento in casa è stato abbastanza burrascoso. Ha avuto un po’ di difficoltà a creare un legame, ora strettissimo, con l’altro cane di famiglia. Inoltre aveva atteggiamenti estremamente diffidenti sia verso le persone che verso gli altri cani. Lavorando attraverso un percorso di educazione, Cody è riuscito a superare molto bene i suoi problemi con le persone, che da cucciolo gli creavano grossi problemi, soprattutto in caso di scambio di sguardi, anche se involontario. Adesso Cody ha 4 anni, e il problema con gli altri cani è rimasto, nonostante il grandissimo impegno della sua famiglia nel cercare di fargli superare questa sua difficoltà. E nonostante conviva con altri due cani con cui va d’accordissimo, e di cui uno è veramente molto molto socievole con gli altri cani. Abbiamo così iniziato con l’Aromaterapia, sempre abbinata a tanto impegno da parte della famiglia di Cody nel gestire al meglio gli incontri con gli altri cani. Inizialmente evitando quelli con cui proprio non riusciva ad andare d’accordo e con cui partiva abbaiando anche da lontano. Gradualmente, con l’aiuto dell’olio essenziale che Cody ha trovato essere quello giusto per lui, ha fatto piano piano passi da giganti, raggiungendo il risultato di riuscire a passare a fianco di cani, che non tollerava minimamente, senza emettere un solo abbaio. Ovviamente, con questi cani, non gli è mai stata chiesta alcuna interazione. Con altri soggetti invece, è riuscito a rilassarsi e a interagire con loro, con alcuni addirittura giocando. E possiamo dire che, oltre ad essere un cane decisamente più sereno, Cody è riuscito a farsi dei nuovi “amici”.

1 2 3 4 5 6