Blockchain Community Attiva Nuove Risorse, Sviluppa ed Accresce Prosperità. Ecosistema Sostenibile in Adozione di Massa per Battere Inflazione e Crisi con Blockchain e Criptovalute

Blockchain Cos’è? Da Bitcoin a Smart Contract - un Mondo da Scoprire

Come funziona la Blockchain - Quali gli Ambiti applicativi in Italia - Conoscere per sfruttare la Community HyperTech con la Blockchain in più forte espansione del Pianeta

Sempre più spesso leggiamo sul web, soprattutto in ambito tecno-finanziario, la parola Blockchain, ma pochi sanno veramente cosa sia, come funziona e soprattutto perché sta diventando così popolare.

Partiamo dal concetto della parola “Blockchain”.  Il significato letterale è: catena di blocchi, una struttura a blocchi sul quale viene costruito un database, una sorta di registro pubblico, dove vengono salvate e archiviate le transazioni che vengono effettuate tra due utenti.

I dati di queste transazioni, vengono salvati in blocchi concatenati e in ordine cronologico. In pratica la Blockchain è come una banca dati condivisa, dove aggiungiamo un nuovo blocco ad ogni nuova transazione.

Nata nel 2009, la Blockchain è un metodo di archiviazione e protezione dati, tramite il quale possiamo leggere i dati contenuti al suo interno e verificare l’autenticità degli stessi, non potendo modificarne / manipolare il contenuto in alcun modo. Una volta online sarà a disposizione di chiunque voglia consultare quei dati (se in Area permissionless).

Questa innovativa banca dati è stata realizzata dall' ideatore stesso del Bitcoin, tal  Satoshi Nakamoto (pseudonimo), che ha iniziato a utilizzarlo proprio per registrare e verificare le transazioni delle criptovalute di tutti i fruitori, per evitare possibili frodi.

Con il passare degli anni, molte banche e aziende ne hanno compreso l'utilità e deciso di applicarla nei propri specifici settori. La duttilità della Blockchain ne consente di fatto l'impiego nelle più disparate modalità, come ad esempio per registrare / tracciare:

  • Le transazioni bancarie di titoli finanziari
  • Convalidare i contratti
  • Criptare i voti scolastici dei registri online 
  • Risalire alla provenienza di un prodotto agroalimentare
  • ...

Le principali e molto apprezzate caratteristiche su cui poggiano le fondamenta della tecnologia Blockchain sono:

  • Impossibilità di modificare il registro
  • Possibilità di verificare e risalire alle transazioni
  • Dati criptati per una maggiore sicurezza
  • Assenza di intermediari per effettuare le operazioni
  • Decentralizzazione, evitando così che i dati vengano raccolti in un unico blocco. Distribuiti invece su più sequenze per rendere l’archivio più sicuro
  • Possibilità di programmare determinate operazioni al verificarsi di determinate condizioni.

Elementi che costituiscono vantaggi molto rappresentativi di questo nuovo tipo di archiviazione, che la rendono innovativa, sicura e affidabile.

Come funziona la Blockchain al lato pratico?

La Blockchain è un sistema decentralizzato, nel quale tutte le informazioni sulle transazioni possono essere visionate da chiunque, criptate e salvate all’interno di uno spazio web nuovo, creato appositamente ad esempio per il cambio delle criptovalute, chiamato per l’appunto “Internet of Value”.

All’interno di questo spazio internet appositamente creato, esistono diversi nodi, proprio come una normale rete da pesca, attraverso cui passano i dati criptati relativi alle transazioni, utilizzando algoritmi particolari, con una precisa crittografia, che riescono così a raggiungere tutti gli utenti.

Esistono molti spazi diversi all’interno dell’Internet Value, che vengono divisi in due aree: quella della Blockchain permissionless (pubblica), e quella della Blockchain permissioned (privata).

Nella prima area, la Blockchain permissionless è adibita a tutti, dove ogni utente può diventare un nodo e contribuire in questo modo a validare le transazioni, ad esempio di acquisto o vendita di criptovalute.

Fanno parte dell' Area permissionless i Bitcoin e anche molte altre Criptovalute (monete digitali) nate a sostegno di Progetti innovativi.

Al riguardo della seconda area, la Blockchain permissioned, si potrebbe dire che all’ opposto della prima non tutti vi possono accedervi. Solamente una ristretta cerchia di utenti ha requisiti e validazioni necessarie all’ ingresso in questo spazio.

Partendo proprio dall’area della Blockchain permissionless stiamo sempre più assistendo alla nascita ed al successo di una moltitudine di Criptovalute a partire dal ben noto capostipite Bitcoin, il quale continua a sorprendere superando sé stesso, toccando valori mai immaginati al suo esordio nel 2009 quando 1 BTC valeva ancora 0,07 ct. . Niente male per una moneta digitale, la quale, a dispetto degli scettici, ha cambiato in maniera dirompente e rivoluzionaria anche le regole dell'intero mercato finanziario globale.

Acquistare (certe) Criptovalute Equivale a Comprare Oro

Oltre al Bitcoin nasce nell' area permissionless nel 2015 la DeFi, acronimo che sta per “Decentralized Finance”, la quale offre prodotti finanziari accessibili a chiunque utilizzando sempre la più recente tecnologia Blockchain che sta riscuotendo un consenso sempre più vasto all’interno dei mercati finanziari.

A cosa servono i Bitcoin? Blockchain e Decentralizzazione

La tecnologia Blockchain supporta l'andamento del Bitcoin. Grazie alla Catena di Blocchi è nata la Finanza Decentralizzata (DeFi). Ognuno Amministratore dei Propri Averi, in Libertà.

Prima di entrare nel merito a cosa servano i Bitcoins un piccolo preambolo.

Il Bitcoin è una moneta digitale o moneta elettronica che dir si voglia nata nel 2009 da autore ignoto (viene fatto conoscere con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto).

Con il Bitcoin si possono acquistare beni e servizi senza necessità di contanti né di banche. Si conservano e gestiscono su Wallet (portafogli) digitali decentralizzati.

Si tratta della prima e più importante fra le oltre 9'000 Criptovalute attualmente quotate sul Coin Market Cap (fra le quali alcune fra le più note: Ethereum, Monero, Dash coin, Litecoin, Ripple).

Il Bitcoin è un mezzo di scambio sempre più diffuso che racchiude in sé apprezzabili vantaggi fra i quali la sua duttilità d’impiego anche per il fatto di essere moneta digitale e non fisica.

Occorre tuttavia una certa prudenza nell'approcciarsi per la prima volta al Bitcoin ed al mondo delle Criptovalute in genere. Il fatto è che prolificano in internet loschi personaggi che imbastiscono pseudo-progetti legati alle criptovalute mirabolando facili guadagni in poco tempo. Diffidate da offerte di dubbia provenienza dove non sia possibile verificare l'attendibilità dell'azienda e del team dirigenziale.

Per approfondire la conoscenza del Bitcoin vi invitiamo a leggere il seguente Articolo.

Blockchain - Spiegazione sull' impiego nella Finanza

Quali sono gli ambiti di utilizzo finanziario della Blockchain?

La diffusione esponenziale che sta via via sempre più facendo conoscere la Blockchain al mondo ha fatto sì che anche aziende di rilievo ed istituti finanziari abbiano iniziato ad interessarsi per poi adottare questa nuova tecnologia di archiviazione.

Utile e applicabile ad ogni settore finanziario (banche in prima linea), la Blockchain è apprezzata dagli operatori del settore i quali hanno compreso il grande valore e la grande potenzialità della Blockchain, tanto da utilizzarla nei propri rispettivi servizi ai clienti.

In che modo i servizi finanziari (bancari tradizionali e DeFi) stanno beneficiando della Blockchain ?

Anzitutto con un netto miglioramento ed ottimizzazione di svariate procedure quali:

  • La gestione delle transazioni
  • Gestione, riconoscimento e convalida dell’identità dei clienti
  • Tracciabilità delle transazioni
  • Miglioramento dei servizi offerti per il mercato dei capitali
  • Miglioramento della rete di interscambio interna tra gli istituti finanziari in modo da velocizzare le operazioni e godere di una maggiore trasparenza.

Questi i primi punti toccati che hanno migliorato rapidamente e stanno trasformando anche il settore finanziario istituzionale, detto centralizzato.

L'applicazione dell'innovativa  tecnologia Blockchain non si arresta nel venir impiegata unicamente nel settore finanziario. Si espande di fatto sempre più in direzione di altri settori quali ad esempio i Social Media, il Content e l'Advertising, denominati anche “nuovi media”.

Nel campo dell’Advertising (pubblicità a livello imprenditoriale e organizzativo), la Blockchain viene utilizzata per poter sviluppare strategie pubblicitarie con compenso diretto dell’utente, ad esempio attraverso un click, o una visualizzazione, in maniera sicura ed evitando in questo modo di incorrere nei furbetti del web, che ogni giorno cercano di speculare in ogni maniera possibile.

Sempre in questo settore viene utilizzata la Blockchain per migliorare la trasparenza in quella che è la filiera pubblicitaria, tracciando in maniera dettagliata e sicura tutti i passaggi che avvengono all’interno del circuito pubblicitario, memorizzando ogni transazione e passaggio su un registro decentralizzato gestito solamente da poche persone appartenenti a quel settore pubblicitario.

L'evoluzione della Blockchain ingloba anche il settore dei Social Media e del Content, per ora in modo parzialmente. con sicure potenzialità di sviluppo. 

Blockchain a Tutela dei Diritti d' Autore

Per quanto riguarda il Content, la Blockchain è utile per verificare l’unicità dei contenuti inseriti e scritti, evitando così:

  • La diffusione non autorizzata
  • Le fake news
  • Il plagio dei contenuti

La Piattaforma da cui state traendo le informazioni in quest' istante si chiama CamTV ed è l'esempio per eccellenza del miglior impiego possibile dell'innovativa tecnologia Blockchain a tutela dei Diritti d'Autore.

La Blockchain in Italia

Dopo aver visto in maniera generale quella che è stata la nascita e la crescita della tecnologia Blockchain, vediamo come essa si sia sviluppata e stia crescendo all’interno del territorio d' Italia.

Nonostante sia nata da pochi anni l’enorme impatto che questa nuova tecnologia di archiviazione e protezione dei dati ha avuto nel mondo, è stata notevole e anche in Italia ha iniziato pian piano a prendere piede e a venir via via sempre più impiegata non soltanto da multinazionali ma anche piccole e medie aziende dei più disparati settori.

Non è certamente possibile allo stato attuale paragonare l’impatto in Italia con l’impatto e l’utilizzo che questa tecnologia ha riscosso nel resto del mondo, soprattutto perché l’Italia è sempre molto o troppo cauta nell'adottare nuove tecnologie che le consentirebbero invece di avanzare in maniera efficiente e competere in maniera nettamente migliore con gli altri Stati del mondo.

Il lato positivo è che qualcosa si sta muovendo e soprattutto sempre più aziende e società italiane stanno iniziando a capire l’importanza di questa tecnologia e di come possa essere d'aiuto nello sviluppare in meglio i propri servizi e i prodotti, andando ad aumentare anche la loro competitività all’interno del mercato.

Con quanto più le aziende si avvarranno di nuove tecnologie per realizzare prodotti e offrire servizi, con tanto più si paleserà il fatto di essere diventate più efficienti e competitive. Questo darà ulteriore slancio nell'investire in risorse umane e finanziarie per lo sviluppo di Blockchain modellandone l'utilizzo ad immagine della propria Attività.

In Italia ad oggi parliamo di un mercato in crescita del 76%. La crescita acquisterà tuttavia maggior vigore di pari passo con l'integrazione di sempre più realtà imprenditoriali che inizieranno ad impiegare la tecnologia Blockchain.

Un punto molto importante che limita in qualche modo la diffusione di questa tecnologia nel settore aziendale italiano è sicuramente il modello strutturale che hanno la maggior parte e cioè la non conoscenza e applicazione della tecnologia basilare.

Innestandosi nella Community di HyperFund Global ci si pone al beneficio di formazioni gratuite sull'impiego della Blockchain facendo pratica anche con l'utilizzo della tecnologia ad essa connessa.

Blockchain e Impresa

La necessaria presa di coscienza della Quarta Rivoluzione Industriale

Un imprenditore senza piano di sviluppo, che non utilizza e/o non vuole utilizzare gli strumenti tecnologici atti a far avanzare la propria azienda per traghettarla con successo nella quarta rivoluzione industriale dovrebbe "farsi violenza" per prendere in considerazione l’impiego delle tecnologie d’avanguardia come la Blockchain, pena l'esclusione dal circuito della New Economy.

Le aziende con una sana curiosità, volonterose nel voler apprendere e rimanere aggiornate sulle possibilità offerte dalle più recenti tecnologie per non farsi declassare, saranno al contrario quelle più reattive nell'adottarle con prontezza.

Certo è che se un domani si manifestasse un incentivo anche da parte dello Stato, allora anche le più piccole realtà imprenditoriali sarebbero stimolate nel volersi rinnovare. Investirebbero in corsi ed aggiornamenti per sé e per i propri dipendenti. Il messaggio arriverebbe così dritto dritto al destinatario: 

Nell'era della globalizzazione chi vuole mantenere la propria permanenza sul mercato e continuare a fare impresa non può esimersi dall'aggiornarsi ed integrare, almeno parzialmente, le moderne tecnologie. 

Purtroppo non sono poche le aziende italiane che si illudono di poter rimanere sul mercato "alla vecchia maniera" senza sfruttare le moderne tecnologie o i social media, perdendo una grande occasione di sviluppo personale ed economico.

Vi sono settori italiani che utilizzano la Blockchain restando sempre su territorio nazionale. Vediamo quali sono i settori che più hanno investito e stanno investendo nello sviluppo e nell’applicazione della tecnologia Blockchain.

Stilando una classifica delle aziende che investono ed impiegano questa tecnologia, troviamo in prima posizione le grandi società e le startup, con interi dipartimenti dedicati proprio alla sperimentazione, all’applicazione e allo sviluppo delle nuove tecnologie e di tutti i benefici e conseguenti profitti che queste possono portare all’azienda.

Troviamo in prima linea grossi istituti finanziari, vale a dire le banche, le grandi compagnie assicurative e le grandi aziende agroalimentari.

Le piccole aziende che si avvalgono di tecnologia più che futuribile ormai già ben presente assumono immediatamente nuove competenze. 

Un artigiano puó ad esempio avvalersi della tecnologia Blockchain abbinata ad un Wallet (portafoglio elettronico) per incassare dai propri clienti in valuta digitale, detta anche criptomoneta.  

Entrare nel settore della finanza Decentralizzata ha quel non so che di, passatemi l'espressione, "affascinante".

Forse ció è dovuto al fatto che per la prima volta nella vita ad avere pieno controllo delle vostre finanze non sarà piú la vostra banca ma Voi, passando da una economia di debito ad una economia di credito!

Perché questa affermazione? Proponiamo di abbordare il tema in separata sede per accordarvi la giusta attenzione ed il dovuto tempo.

I vantaggi sono davvero tanti e sarete sorpresi della semplicità d'utilizzo.

Alzate il livello innestandovi nella piú grande Alleanza Blockchain al mondo e le vostre giornate non saranno più le stesse.

Tutti, dal privato al capo azienda hanno il pieno diritto di sfruttare i più consoni mezzi che la tecnologia moderna mette a disposizione per crescere a livello di competenze in un mercato sempre più influenzato dalla tecnologia e dal web.

E perché no? Avviare una nuova Attività che dia il "la" ad un insospettato sviluppo personale con conseguente riequilibrio di svariati ambiti della propria vita.

Blockchain Sì - Blockchain No

Favorevoli o Contrari alla Blockchain?

Come abbiamo visto ogni Paese ha un tipo di approccio nel momento in cui inizia ad essere utilizzata una nuova tecnologia, che è influenzata da molti fattori, tra cui quello culturale, economico e sociale.

Attraverso numerosi studi effettuati da centri di ricerca si è potuto riscontrare un diverso approccio nei confronti delle nuove tecnologie e nello specifico della Blockchain.

Possiamo suddividere questo tipo di approccio in 4 Gruppi:

Il gruppo del No, formato da una importante percentuale di persone che non crede che la tecnologia, come la Blockchain possa cambiare o migliorare il settore aziendale, quindi evitano di spendere e investire soldi nella propria formazione e nell’adeguamento tecnologico della loro azienda;

Il gruppo del Forse, formato da quelli che vedo e comprendono bene la potenzialità di queste tecnologie e nonostante le vedano e siano testimoni dei vantaggi che portano, decidono di rimanere nella propria posizione di stallo, senza far nulla per cercare di cambiare o trovare soluzioni per poter a propria volta iniziare un percorso di innovazione;

Il gruppo dei Si, il più numeroso è quello più curioso e propenso ad essere aggiornato su ogni novità tecnologica che entra nel mercato e può essere sfruttata a livello societario e aziendale, che investe molti soldi in queste tecnologie che ne comprende il grande valore e le sfrutta per ottenere sempre maggiori profitti, rimanendo competitivi sul mercato nazionale e internazionale;

Il gruppo del Sì Assoluto, anch’esso gruppo molto numeroso e variegato, composto da una moltitudine di soggetti diversi che operano sul mercato, che credono profondamente nelle opportunità che può offrire la tecnologia, soprattutto quella della Blockchain e si ingegnano nei più svariati modi o maniere di reperire i fondi necessari, da investire nello sviluppo e applicazione di questa tecnologia. Questo perché consci di acquisire così quella marcia in più che li renderà, potremmo dire, dominatori del mercato, pigiando sull'acceleratore, lasciandosi alle spalle un folto gruppo di concorrenti.

HyperTech Group: l’Azienda Blockchain Leader nel Mondo

HyperTech Group è un’azienda leader nel mondo, che utilizza la tecnologia Blockchain per costruire supply chain globale e unicamente integrata, offrendo i propri servizi Blockchain a più di 300 nodi di continuità, portando così in diverse aree del Globo la conoscenza di questa nuova tecnologia.

Proprio grazie al suo lavoro continuo quest’azienda è riuscita a diventare una delle aziende top leader del settore Blockchain, e cercando ogni volta di investire e sviluppare su ambiziosi Progetti volti a sostenere aziende dei più disparati settori.

Per questo motivo l’azienda HyperTech ha sviluppato un progetto chiamato Hyper Fund, un piano di sviluppo per costruire un ecosistema DeFi (Finanza Decentralizzata) offrendo una struttura, diversificata ed equamente distribuita per tutti gli utenti, per tutte le monete digitali o cripto monete.

La struttura è formata da 9 settori contenenti diversi prodotti DeFi fra i quali:

ognuna dedita ad uno specifico servizio e operazioni.

L’obbiettivo principale dell’azienda è quello di formare e supportare una Community di livello globale con servizi Blockchain, attraverso cui ognuno ha pari possibilità di creare da zero il proprio business e monetizzarlo.

Con l’applicazione HyperFund è possibile monetizzare attraverso un sistema di Token all’interno dell’applicazione, che potranno poi essere cambiati attraverso l’Exchange in Bitcoin, o altre monete digitali.

Questi sono solo alcuni dei grandi vantaggi che potrete avere utilizzando i servizi HyperTech, ma c’è un sistema ancora più vasto e pieno di possibilità per ognuno di voi, dovete solo essere curiosi e vedere da vicino quello che si può ottenere attraverso la tecnologia Blockchain.

Siate coraggiosi, perché la curiosità e la ricerca continua deve muovervi dentro, perché solo così, proprio come fu per Cristoforo Colombo, potreste scoprire la vostra America.

Conclusioni

Dopo aver annusato il vasto e complesso mondo della Blockchain, potete approfondire e fare le vostre considerazioni per trarne le debite conclusioni.

Che voi siate tra quelli amanti della tecnologia o non amanti della tecnologia, è indubbio quanto essa vada ad influire in sempre più ambiti; dal più piccolo a quello di più ampio respiro.

Senza strumenti come la Blockchain o i Social media si tenderà a restare indietro in un mercato che corre invece verso un futuro sempre più tecnologico e innovativo. Certo; una assennata ponderazione s'impone perché troppa tecnologia non va nemmeno bene...

Per questo il consiglio è quello di valutare bene tutti i fattori fino ad ora citati e capire se ci possiamo davvero permettere di prendere sottogamba tecnologia e Blockchain, per il futuro dell’azienda del domani, ma anche per quello di ogni "capitano coraggioso/a" che non disdegni di mettersi in gioco esplorando nuove Opportunità!

Disclaimer

Copyright © 2021 https://www.cam.tv/blockchain-community. Tutti i diritti riservati - 

Dichiarazione di non responsabilità: 

Tutte le informazioni contenute in www.cam.tv/blockchaincommunity sono fornite a scopo divulgativo ed informativo - didattico.

Questo sito e relativo blog con i suoi contenuti non rappresenta alcuna testata giornalistica; non viene necessariamente aggiornato periodicamente. 

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale.

Lo scopo di questo blog è l'approfondimento della conoscenza della tecnologia Blockchain e le sue applicazioni. Nella fattispecie con esempi pratici tramite le Community di HyperTech e Cam.tv.

In nessun caso la presentazione delle citate Community puó essere associata a sistemi di affiliazione piramidale o sollecitazioni d'investimento, non essendo materie trattate.

Le informazioni esposte sono tratte sia da dichiarazioni ufficiali rilasciate da parte del corporativo di HyperTech o altre società facenti parte del conglomerato della Holding stessa, sia da opinioni personali. In quest’ultimo caso non hanno alcun rilievo in quanto libera espressione di pensiero.

 

Alcune immagini ed occasionalmente stralci di frasi inserite in questo sito e blog possono eventualmente essere tratte da internet; considerate per tale fatto di pubblico dominio.

Qualora la pubblicazione di una determinata immagine o frase violasse eventuali diritti d'autore esortiamo i legittimi proprietari a volerlo segnalare tramite modulo di contatto presente sul sito al fine di provvedere alla sua immediata rimozione. 

È fatto divieto di riprodurre in modo parziale o totale sotto qualsiasi forma (cartacea, digitale e qualsiasi altra) tutti i contenuti del presente sito e blog senza preventiva autorizzazione scritta da parte del legittimo proprietario dei diritti intellettuali.