In ogni attività la passione toglie gran parte della difficoltà.

10  

Se un insegnante si forma l'idea che un bambino sia brillante anche se non lo è, quest'ultimo cercherà di diventarlo. Anche il giudizio negativo fa effetto, in quel caso però il bambino sarà disposto ad apprendere di meno.

11  

[PER EDUCARE OCCORRE CONOSCERE. PER CONOSCERE A FONDO BISOGNA GIOCARE.] Per educare bisogna entrare in comunicazione. Solo in questo modo si può crescere ed aiutare a far crescere. E per poterlo fare nel modo migliore occorre conoscere al meglio, in profondità, il bambino con cui si entra in comunicazione, e quindi osservarlo quando si esprime spontaneamente. E nessuna situazione è più liberante e spontanea del GIOCO! ➡ Così non è a scuola, dove alcuni schemi mentali "legano" il bambino: voti, rendimento, osservanza di regole comuni... ➡ E non sempre nella famiglia, che più che educare ("tirare fuori") spesso "nutre", "ingolfa" il bambino dei propri schemi di vita. Perché il bambino è spontaneo nel gioco? 🤔 Perché quando gioca diminuisce l'auto-controllo accentuando al massimo le proprie attitudini positive e negative. Solo attraverso il gioco possiamo conoscerlo realmente, educare, e svolgere al meglio il nostro ruolo da Formatore o Genitore. "Occorre essere tanto grandi da prendere sul serio le cose dei piccoli" (www.piccolicalciatori.it)

22  
1 2