Il personal branding è l'unica strada da seguire per il tuo successo su Cam.tv

2019-07-09 12:10:52

Lascia perdere qualsiasi metodo o sistema, men che meno l'uso immediato di strumenti. Prima di mettere mano ai contenuti devi costruire il tuo brand e pianificare una strategia, altrimenti credimi: NON otterrai MAI i frutti sperati.

Voglio indovinare il tuo stato d'animo

Da un po' hai scoperto Cam.tv, e ne sei contento perché sai che è un nuovo "media" speciale dove esprimerti guadagnando dalle tue passioni e competenze, un luogo diverso dagli altri social, sia per via delle sue caratteristiche, sia perchè conta ancora relativamente pochi iscritti (sebbene proprio oggi abbia superato quota 100.000), e ciò ne accresce ancora di più il senso di comunità, l'aiutarsi a vicenda, il fatto di vedere riconosciuto, sebbene da pochi like e commenti, il tuo impegno. Una cosa che senza dubbio fa morale.

Tuttavia probabilmente non sbaglio nel dire che non sei ancora soddisfatto.

Sì, perché posti con continuità, scambi donazioni in likecoins, commenti i post dei cammer a te più vicini, ostenti felicità, ma... 

C'è un MA

... ti accorgi che non ottieni i risultati sperati e che la situazione non tende a migliorare più di tanto.

Con il morale non si pagano le bollette, purtroppo. Figuriamoci realizzare il tuo sogno: traslocarci il tuo lavoro e guadagnare in modo soddisfacente.

Sarebbe proprio figo riuscirci, vero? Lo so bene!

Ma non solo, in aggiunta provi anche un po' di sana invidia, diciamolo!

Ti sei accorto che altri cammer con due emme e senza esse, pubblicando la foto del tramonto fregata a Google immagini, del micio di casa che si rimpinza di croccantini o del piatto di pasta col sugo già pronto racimolano più likecoin di te.

Te che sei stato lì per ore a scrivere un articolo chilometrico, che la lettera d'amore di tua sorella al bulletto della scuola media in confronto è un telegramma, per raccogliere le briciole.

Tuttavia rallegrati...

Sì, perchè presto risponderò alla domanda "chi me lo fa fare'". Anzi, in realtà ci arriverai da solo.

Ma sappi che per giungere ad una nuova consapevolezza, in grado di spazzare via questo ed altri dubbi, dovrai farti più vicino a me. Ma tranquillo, non ho strane intenzioni, sono etero e felicemente sposato.

Tornando seri, ecco ciò che dovrai fare: capire a fondo il vero significato del "personal branding", comprendere perché è così importante e perché per raggiungere il successo sei obbligato a farlo.

Pronto? Ok... via!

Intanto fissa bene nella tua mente un concetto importante che sfugge a molti e che per questo ti metto in grassetto:

Cam.tv, così come qualsiasi altro social network o qualsiasi "mezzo tecnico" inerente la comunicazione sul web, non è di sé la "panacea" di tutti i mali, ma non è nient'altro che uno strumento. Magari innovativo e super-figo, ma pur sempre uno strumento.

Perché ancora una volta (l'avrai già letto nei miei post passati) sottolineo questo concetto?

Semplice: perché i soli strumenti, per quanto ben realizzati e tu possa essere bravo a maneggiarli, sono ottimi mezzi per illudere te stesso che tutto vada bene ma sostanzialmente sono pessimi mezzi per raggiungere risultati di business.

Ma se ad un'analisi più attenta ti sei accorto di essere stanco di usare Cam.tv in modo amatoriale, ti sarai anche accorto che devi entrare per forza nell'ottica di porti degli obiettivi di business e per farlo devi passare in "modalità professional".

In parole povere, come spiegavo nel mio precedente articolo sul focus, non potrai MAI rendere Cam.tv il tuo luogo di lavoro senza tracciare una rotta tra la situazione in cui ti trovi e quella dove vuoi arrivare.

E c'è un solo modo per tracciare questa rotta: definire e mettere in atto una STRATEGIA.

Sostanzialmente devi decidere due cose:

1) CHI vuoi essere

2) COME vuoi essere percepito

Si tratta di costruire proprio il tuo Personal Branding: una strategia di comunicazione incentrata sul rapporto tra te ed il tuo pubblico, ciascuno con le proprie esperienze, interessi, valori, ambizioni, capacità e contesti.

Non è un caso che la definizione di Personal Branding che preferisco sia quella rappresentata da questo semplicissimo grafico.

Il Personal Branding è quindi una rappresentazione di te (esplicitata tramite tutti i sensi) in funzione della percezione che gli altri hanno di te.

Qual è il concetto essenziale che devi capire, e che spiega l'importanza del fare Personal Branding?

Che se desideri essere scelto (e quindi ottenere più lks, più consulenze, più vendite, ecc...) prima ancora di esplicitare la tua comunicazione (ad esempio postando contenuti su Cam.tv) devi rappresentare il tuo IO nel modo migliore.

Attenzione al significato di "migliore"

Rappresentarti come "migliore" non significa che dovrai apparire come un mix di bellezza ed intelligenza, una specie di super-eroe dei film di Hollywood, o per semplicità una copia sputata di me (hai notato anche tu quanto sono ganzo, vero?). 🤪 

Quel "migliore" è relativo, perchè lo dovrai SEMPRE legare alla percezione del tuo follower ideale, ovvero il tuo cliente ideale.

Con quell'individuo dovrai creare una connessione basata su un sentimento naturale e bellissimo:

L'empatia

Ricordati una cosa importante: l'empatia è l'anticamera della fiducia, e la fiducia è l'anticamera della vendita.

Una frase che amo per spiegare il Personal Branding è la seguente (anche qui grassettata per come si deve):

"Non sei tu a vendere il tuo Personal Branding, ma è il tuo Personal Branding che vende te stesso".

Il Personal Branding è esattamente quello che ti serve perchè è il mezzo con cui puoi costruire relazioni proficue e durature.

Non c'è altro modo per far fruttare il tuo Cam.tv che lavorare per costruire e mantenere il tuo brand (che già di suo è un'insieme di percezioni nella mente del cliente). In questo caso parliamo anche di personale, cioè che oltre ad inglobare il concetto di brand, ingloba quanto di più prezioso tu hai: te stesso.

Ok, Leo. Mi hai spiegato in millemila modi cos'è un Personal Brand, ho capito. Ma come faccio a creare la mia strategia di Personal Branding su Cam.tv? 

Tracciare e seguire la rotta è un lavoro assai lungo e difficile (a meno che non si decida di farsi seguire investendo su un consulente di personal branding e su un relativo piano di comunicazione).

Tuttavia in questo articolo posso aiutarti, in cambio di qualche lks facoltativo, a capire la direzione del primo passo.

Non sbagliare il primo passo è fondamentale

Questo è un punto essenziale in quanto se sbagli direzione all'inizio, tutti i successivi passi che farai, anche se ineccepibili nella loro esecuzione, ti manterranno comunque fuori strada e non raggiungerai il tuo obiettivo.

E' come se per andare da Roma a New York decidessi di far puntare il tuo aereo verso la Cina. Forse circumnavigando il globo in direzione est ci arriveresti comunque, a condizione di non esaurire prima il carburante! 

In concreto, il primo passo verso il successo della tua strategia di personal branding deve partire da tre domande cruciali a cui devi rispondere nel modo più schietto e professionale possibile:

1) Perché sei speciale?

Se stai pensando che il primo passo da compiere sia impostare la tua info-page in un certo modo, sappi che stai sbagliando (e pure magari il marketer poco esperto di branding che te lo ripete in continuazione).

Prima ancora devi capire il tuo focus. Il focus non è che la risposta alla domanda "perchè dovrebbero scegliere TE e non un tuo competitor?".

L'errore che la stragrande maggioranza delle aziende, partite iva incluse, fa è quello di saltare questo fondamentale passaggio. Oggi viviamo in un mercato globale fortemente competitivo, ed anche su Cam.tv trovi, sebbene sia ancora un social di nicchia, tante figure professionali identiche tra loro (ricordo sempre: "identiche non tanto nella sostanza, ma agli occhi del pubblico").

Cosa accade in questo scenario?

Accade che senza una differenziazione del tuo focus i potenziali clienti non farebbero che sceglierti solo per il prezzo più basso.

Il problema vero è che tu PENSI di essere diverso dagli altri, ma questa differenza NON traspare per nulla. Ed è per questo che la tua comunicazione non riesce a cogliere nel segno!

Capire il tuo elemento differenziante è tutt'altro che semplice, ed in ogni caso va fatto analizzando il mercato, in quanto se c'è già qualcuno che opera una precisa differenziazione ed ha già un discreto seguito, sarai costretto a cambiarla.

2) Chi è il tuo pubblico?

Il pubblico a cui vuoi mirare, che non è che il target della tua strategia di marketing, va scelto accuratamente in quanto solo dopo averlo compreso potrai definire il tuo "tone of voice", ovvero uno stile comunicativo coerente con la tua indole ed idoneo a quel target.

Per farti capire, se sei ad esempio un avvocato specializzato in sovra-indebitamento aziendale, il tuo pubblico sarà di un certo tipo, non di certo lo stesso nel caso gestisca un asilo nido che punti famiglie con bambini. E quindi anche il modo di comunicare sarà più o meno informale a seconda dei casi.

Tieni presente comunque che il tone of voice dipende dal tuo pubblico ma non deve essere troppo formale anche se il tuo target è business. Infatti ricorda che anche le aziende sono fatte da persone, ed oggi sono stanche dei soliti testi banali, standardizzati e senza anima!

La risposta al quesito iniziale: se ti chiedi come mai un tuo lungo articolo riceva meno like dell'alluce incarnito dell'amico, probabilmente adesso hai capito perchè.

3) Come rispondi ai problemi / bisogni / desideri del tuo pubblico?

Questo terzo punto racchiude i primi 2 punti dandogli completezza e concretezza in termini di marketing.

Rispondere a questa domanda in modo obiettivo ti da modo di capire se il tuo personal brand, ovvero la sua USP (la Unique Selling Preposition, ovvero la "promessa" che fai al tuo pubblico) può avere mercato.

Se il tuo prodotto o servizio, o da formatore/consulente il tuo "te stesso" risolve in modo concreto un problema, o esaudisce un bisogno o un desiderio del tuo target, e se contestualmente lo fa in modo "speciale" evitando di essere/apparire come una copia di qualcun altro, significa che il tuo personal brand ha ragione di esistere e puoi passare alla fase successiva.

La fase successiva sarà quella della fase di naming (definizione del nome del tuo personal brand, che non deve necessariamente coincidere con il tuo vero nome), di logo design (un vero personal brand DEVE avere un logotipo, se non ce l'hai stai perdendo moltissimo in termini di identità), di copywriting (definizione di un claim o slogan, scrittura dei testi dei tuoi post ed articoli), ecc.. 

La triste morale della favola

Niente "la morale è sempre quella, fai merenda con Girella", ma una conclusione purtroppo amara per te, amico, che magari hai perso tanto tempo dietro al solo strumento Cam.tv:

Senza un brand, ed in particolare un personal brand, usando Cam.tv riuscirai a racimolare qualche euro per pagarti qualche bolletta (che non è neanche male, tutto sommato se non hai ambizioni di far soldi in quantità), ma non andrai da nessuna parte dal punto di vista del business.

Ed ancora (no, non voglio mettere il coltello nella piaga, ma è la verità):

In quel modo amatoriale non potrai mai costruirti un futuro fatto di consulenze, corsi, lezioni, oppure di vendita pura (se hai un'attività commerciale). Ripeto: non è detto che non potrai ottenere fugaci risultati, ma non potrai mai e poi mai ottenerli in modo costante e scalare (ovvero in modo che aumentino nel tempo).

Ma c'è una luce in fondo alla strada

La luce è il tuo personal brand, la cui realizzazione richiede una strategia fondamentale, ma che è la base per raggiungere gli obiettivi che verranno dopo: la brand awareness (la riconoscibilità e la capacità di comunicare valori da parte del tuo brand), la lead generation (la generazione di contatti interessati ai tuoi prodotti o servizi) e, in fondo al "funnel", le vendite.

Ricorda: puoi ingaggiare il più eccezionale dei consulenti (magari specializzato in una delle fasi successive, ad esempio la fase di vendita), ma se hai certe ambizioni ed un po' di soldi da investire prima devi passare da un consulente di personal branding e farti aiutare a lanciare il tuo brand.

Insomma, cosa aspetti? Inizia a costruire ora stesso il tuo brand personale. E' Cam.tv stessa che te lo chiede! E un po'... lo ammetto... anch'io! 😉 

#TheBrandMaker

868 ricevuti da: