Il Risvegliato

Siate qui e ora, risvegliatevi.

Non collegate la felicità alla realizzazione dei vostri desideri.

2020-09-30 16:08:20

Non riusciamo ad essere felici perché pensiamo che la felicità sia ottenere qualcosa. Ma la felicità non deve essere un qualcosa che usi e getti. Non confondete la felicità con l’appagamento.

Siamo responsabili non solo di noi stessi e di prendersi cura di altre persone, ma anche di questo sofferente pianeta. Tanti disastri ambientali accadono con conseguenze catastrofiche. In questi ultimi anni si sono fatte tante manifestazioni, specialmente da ragazzi giovani, preoccupati del loro futuro e di questo inarrestabile cambiamento climatico. Queste espressioni sono utili per educare il resto della popolazione su come comportarsi nel rispetto del pianeta. Ognuno di noi dovrebbe sollevare il problema del riscaldamento, perché sottolineare questa necessità potrebbe avere un risultato positivo notevole tra la popolazione. Le preghiere e gli scongiuri, come per qualsiasi altra cosa, da soli servono a ben poco. Dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. I grandi movimenti, nascono da singole iniziative che ognuno di noi dovrebbe avere. Le nostre idee viaggiano in alto, ma è sulla terra che devono essere sviluppate se vogliamo realizzare un vero cambiamento. Miliardi di esseri umani che si trovano sulla terra hanno bisogno di più senso di responsabilità e motivazione per riequilibrare il nostro rapporto con l'ambiente. Ognuno di noi, anche se indirettamente, é connesso all’altro, ed é responsabile del futuro di tutte le generazioni che verranno. Dobbiamo essere determinati ed avere un rapporto di rispetto verso questo pianeta per cercare di tenerlo più in vita possibile.

L’unico problema che abbiamo con la tristezza, la disperazione, la rabbia, l’ansia e l’infelicità, è che vogliamo liberarcene. Bisogna vivere con queste emozioni, tanto sfuggire non è possibile. Sono le sfide della vita, bisogna accettarle perché ci stanno insegnando qualcosa. Sono benedizioni sotto altre vesti, ed é proprio quando vuoi liberartene che si crea il problema. Quando vuoi liberarti di qualcosa non la guardi mai in modo diretto e fino infondo, questo atteggiamento darà modo di alimentarla ancora di più, perché tu la condanni. Tu stesso in questo modo sarai a darle più importanza. Fino a quando si anniderà nel tuo più profondo diventando cronica, come un tatuaggio indelebile. Quindi la prima cosa è di affrontarla e non reprimerla, accettarla e lasciare che accada. La tua ostilità sarà il suo pane per vivere. Foto: Ollie Broade

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45