Il Risvegliato

Siate qui e ora, risvegliatevi.

La libertà dalla sofferenza è pari alla libertà dall'intenzione di causare dolore. Non c'è vera grandezza se non c'è dominio sulla rabbia... Essere indignati può darci una sensazione di importanza, ma è un'importanza colma di sofferenza. Dopo che il fuoco e il fumo sono svaniti, vediamo il danno causato dalla parola e dall'azione senza freno. Gli altri sono rimasti feriti e noi lasciati soli a sopportare il rimpianto e il rimorso. Starsene sdraiati al sole può essere piacevole; le bevande dolci e gli stuzzichini sono invitanti ma l'apparenza dissimula la loro realtà. Il fatto che sembrino buoni non li rende buoni. L'impeto di rabbia sembra energizzante ma quell'energia ha un costo. Nel seguirla accumuliamo debiti. Possiamo sentire di aver ragione nel prendere una certa posizione ma siamo nell'errore se ci perdiamo in essa. Se siamo seri nel voler essere liberi dalla sofferenza, vorremo essere consapevoli anche della più sottile intenzione di fare del male.

Esercitare la riflessione saggia mentre percorriamo il territorio interiore delle nostre vite ci porta alla comprensione. Impariamo come vivere bene. La tristezza e il rimorso ci insegnano. La presenza mentale e la saggia riflessione ci equipaggiano del necessario per rendere questo viaggio significativo. La consapevolezza verificata ed esaminata ci dimostra come le azioni del passato hanno lasciato tracce nel nostro cuore. Questi sono i segni che ci indicano la giusta strada da prendere, la via dell'appagamento qui e ora.

Il dono della verità supera tutti i doni. La fragranza della realtà supera tutte le fragranze. La gioia della verità trascende ogni altra gioia. La libertà dal desiderio è la fine di ogni sofferenza. Questi versi sono sempre veri, ovunque ci troviamo nella pratica del Dhamma. Per chi è all'inizio del sentiero verso la liberazione, è meravi- glioso potersi fidare della mappa che si ha in mano. Chi è più avanti lungo la via conosce il conforto e la gioia che momenti anche piccoli di verità portano con sé. E gli esseri realizzati che hanno raggiunto la meta sono nutriti dal piacere della libertà e sottratti al peso della sofferenza. Quando la nostra abitudine di perderci nel desiderio ci butta a terra, la bellezza del cuore non inquinato si nasconde alla vista; la vita sembra insipida e ci dimentichiamo dei tanti doni ricevuti. In quei momenti, immaginate il sorriso del maestro e la sua gentile sollecitazione: Comincia di nuovo, un momento alla volta...

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45