Come pulire una seppia

Un tempo la seppia era usata nella medicina tradizionale, da cui il nome sepia officinalis. L’osso era tritato e usato per la preparazione di dentifrici. L’inchiostro atramentum (ater = fosco, scuro), è stato usato sia prima che dopo l’invenzione della stampa.

La seppia

La seppia, affascinante cefalopode che vive nel sotto-costa e’ un animale schivo e con una grande capacità mimetica.

La seppia riesce a mimetizzarsi in un lasso di tempo rapidissimo. Se in pericolo libera da una sacca l’inchiostro per confondere il predatore e scappare. Un animale di grande intelligenza e di grande interesse economico.

cefalopode dal corpo allungato, appiattito, largo e munito di due pinne laterali. Possiede 10 tentacoli, 8 dei quali corti e forniti di 5 o 6 file di ventose. Nel mantello si trova il tipico osso di seppia o seppione. Questo si presenta inizialmente sottile per poi ispessirsi, che prosegue con una parte incavata al termine della quale vi è una piccola prominenza detta mucrone. All’interno delle minutissime camere d’aria delimitate da dei sedimenti rendono l’osso leggero e dotato di galleggiabilità. La colorazione varia in relazione all’ ambiente, agli stati d’animo e all’età. Non è raro trovare seppie bianche striate di nero (nel periodo riproduttivo) o nere.