Come funziona la macchina fotografica?

In questo breve articolo vediamo come vede la macchina fotografica, capire come lavora la machina fotografica ci permette di comprenderne peculiarità e i limiti.

IL NOSTRO OCCHIO È MOLTO PIÙ SOFISTICATO

È un grave errore pretendere dal corpo macchina (anche se molto performante) che abbia la stessa capacità di “vedere” la scena del nostro occhio. Soprattutto per quanto riguarda i contrasti! 

Il nostro occhio è molto più sofisticato e riesce a “leggere” i dettagli nelle ombre e nelle alte luci laddove una fotocamera non ci arriva.

LA MACCHINA FOTOGRAFICA LAVORA IN BIANCO E NERO

…e ragiona esclusivamente per toni, NON per colori. Non vede rosso o giallo, viola o blu: vede dei chiari e degli scuri.

Nel cercare di esporre in modo più corretto e veloce, è utile imparare a vedere la scena in bianco/nero (come facevamo una volta) per poter individuare così velocemente il grigio medio e capire se nell’immagine rischiamo di avere dei contrasti pericolosi.

LA MACCHINA FOTOGRAFIA “SOFFRE” IL BUIO E TONI SCURI (OMBRE)

La fotocamera “soffre” le situazioni di buio ai quali spesso non riesce a dare la dovuta quantità di informazioni per produrre un file sano.

Per esempio: uno dei principali motivi della creazione del rumore è scattare dentro le ombre fitte e generalmente riprendere i toni scuri. 

L’unico modo per evitare che lo scattare nelle basse luci non comporti dei disastri è avere l’istogramma sano!