"La difesa della sconfitta andrebbe insegnata nelle scuole. Sicuramente in quelle di educazione sentimentale che mi auguro, un giorno, vedranno la luce. Non è mai una resa, ma una presa di coscienza. È voltare pagina, senza strappare o cancellare la precedente. Ricominciare è molto più che cominciare: è avere il coraggio e la forza di rinascere dopo essere finiti un po'. Perché il bello del "ricominciare" è rimettersi in piedi e scoprire che quegli stessi piedi riescono ancora a reggere il nostro peso".

53