ChingECoaching

L'I Ching: una guida nella vita

Meditare con l’esagramma 17 dell’I Ching

Suggerimenti per utilizzare la meditazione sull’esagramma 17 dell’I Ching SUI – Il seguire

L’esagramma

È uno degli esagrammi che promette il passaggio dal dolore alla gioia, dal buio alla luce, ma pone come condizione l’assenza di secondi fini e la totale onestà. 

Tale affermazione può sembrare strana, visto che nell’I Ching tutti i consigli e le considerazioni sono dedicate al nobile, al saggio, quindi… il richiamo alla totale onestà sembra pleonastico. Eppure il Libro dei mutamenti, ogni tanto, ci ricorda che bisogna guardarsi dentro in profondità perché la piena armonia, e quindi l’aiuto dell’universo, richiede costanti revisioni. (ricordo, ad esempio, che nell’esagramma 11, La pace, si segnala che il bene ha bisogno di continue attenzioni per essere prolungato).

Questo esagramma, il diciassettesimo, fa dunque alcune promesse, e chiede il rispetto di alcune condizioni. 

Si parla di 

  • corteggiamento, concetto che vale sia in amore che in ambito professionale, senza alcun fine di seduzione.
  • possibilità di comando, se prima impariamo a seguire il leader che lo merita
  • rispetto dei ritmi della natura e della vita: sapere quando lavorare e quando riposarsi, quando insistere e quando lasciar andare
  • estrema attenzione all’onestà delle persone che scegliamo di seguire.

Potremmo essere chiamati a fare delle scelte: non si può essere amici con tutti, bisogna saper riesaminare gli obiettivi, i modelli da seguire, le persone da frequentare. 

Talvolta bisogna rinunciare a qualche sogno, a qualche meschina soddisfazione, a qualche vantaggio momentaneo, saper discriminare tra amici e adulatori.

Bisogna guardare lontano, pensare a lungo termine, e saper essere altruista. 

La meditazione

Non è stato facile scegliere su cosa concentrare l’attenzione nella meditazione: questo è un esagramma che è uscito spesso a me come responso, quindi ho cercato di approfondirne il significato e le sfaccettature e le informazioni sono davvero tante.

Dopo molte riflessioni ho optato per due aspetti, che ho ritenuto più utili e che, di conseguenza, determinano il quando suggerisco di usare questa meditazione.

Come utilizzare la meditazione sull’esagramma 17 SUI – Il seguire

La prima parte della meditazione è dedicata al “controllo” dell’onestà, nelle sfaccettature di essere pienamente onesti e di mantenere contatti e relazioni con persone totalmente sincere e oneste.

La seconda parte è invece composta da una serie di promesse che permettono di seguire i suggerimenti strategici contenuti nell’esagramma, e che sono comunque utili e valide praticamente sempre.

Usa questa meditazione per fare un concreto check “etico” dei tuoi progetti, di te stesso e delle persone che ti circondano. Con questa meditazione non entri in dettagli, ma hai una visione globale della situazione: è utile per far scattare eventuali campanelli di allarme.

Usa, poi, questa meditazione, anche per alcuni giorni di seguito, per aumentare la tua flessibilità e proattività.

Un amico che, per vicissitudini di vita, si era irrigidito e non riusciva a recuperare la flessibilità ha imparato a memoria le promesse contenute nella meditazione e le ha recitate a se stesso ogni sera per 21 giorni (la ripetizione per 21 giorni ha lo scopo di acquisire nuove abitudini). 

Onestamente ero perplessa: è una meditazione, non una preghiera o un mantra! Però ha funzionato. 


I Ching Meditazione esagramma 17

L’I Ching è scritto con linguaggio metaforico, e in parte la sua comprensione va oltre l’aspetto razionale. Per questo ho elaborato piccole meditazioni su alcuni aspetti chiave dell’esagramma, che integrano la comprensione più razionale.