I cake topper per torta nuziale: le creazioni in assoluto più personalizzate!

2020-02-06 12:39:08

I cake topper sono le statuine personalizzate sugli sposi da posizionare sulla torta e sono anche un regalo originale da donare! Scopri cosa ho realizzato per Monica!

I cake topper sono le statuine personalizzate sugli sposi da posizionare sulla torta nuziale e sono anche un regalo originale da donare!

Monica è una cara cliente, proprietaria di una storica trattoria, da “Paladini”, in Liguria e varie volte abbiamo collaborato: il suo ristorante, spesso, ospita matrimoni ed è proprio lei che realizza la torta nuziale!

 Così,  mi ha contattata diverse volte per farmi realizzare il cake topper personalizzato per i suoi clienti!

Cosa sono i cake topper? 

I cake topper sono la riproduzione degli sposi in 3D, ovvero, sono statuine che realizzo interamente a mano esclusivamente su ordinazione.

Le statuine sono stilizzate, ma gli sposi sono riconoscibilissimi da tanti dettagli: prima di tutto, il viso, il colore degli occhi e dei capelli, le acconciature… Barba? Baffi? Occhiali? 

Tutto si può riprodurre, fermo restando che lo stile delle statuine è il “mio”: buffe, simpatiche e spiritose!

Potete aggiungere tutti gli elementi che volete e come al solito, anche gli abiti sono personalizzati!

Monica questo lo sa perfettamente ed infatti, adesso vi racconto cosa mi ha commissionato l’ultima volta!

Come funziona?

Per prima cosa, chiedo le foto dei visi degli sposi, possibilmente in primo piano, in modo da vedere bene il colore degli occhi e dei capelli. 

Non mandatemi le foto con gli occhiali da sole! Purtroppo, non mi servono!

Poi, le foto degli sposi a figura intera, per vedere le altezze e le proporzioni.

Poi, le foto degli abiti da sposa e da sposo, possibilmente indossati! 

Non inviatemi foto di abiti appese alle grucce: non riesco a capire come saranno indossati!

Poi, le foto delle acconciature e del bouquet.

Poi, le foto degli accessori o elementi in più che volete inserire…

E per finire la foto delle pose!

Se volete infatti personalizzare anche la posa (chessò, la sposa in braccio, lo sposo che fugge, ecc..), me lo dovreste dire subito in modo da preparare il lavoro ad hoc!

Infatti, la pasta di mais ha la peculiarità che si asciuga all’aria e, se da un lato è molto “comoda”, perché non necessita di cottura, dall’altro è poco “duttile” alle modifiche: una volta asciugata non è riutilizzabile e quindi…. 

Se qualcosa non va bene, devo rifare da capo il lavoro… o quasi!

La richiesta di Monica!

Monica mi ha inviato i primi piani degli sposi, le foto degli abiti (li voleva vestiti da Principe e Principessa) e le foto dell’accessorio che voleva inserire: niente meno che… un ulivo!

Con tanto di scala, olive a terra e un sacco di accessori

E ovviamente, doveva essere più alto degli sposi!

Wow…!

 

Un ulivo non è proprio il più semplice degli alberi, tutto contorto e nodoso!

Ecco come l'ho fatto!

Per prima cosa, ho creato il tronco: per evitare un peso eccessivo di tutta la creazione, ho optato per la versione “leggera”, ovvero creare un’anima di carta stagnola a forma di cilindro. 

Dopo vari strati di carta stagnola e uno spessore discreto (4   cm di diametro),  ho aggiunto del fil di ferro, che ho poi rivestito in alluminio, per fare i rami.

Poi ho iniziato ad applicare la pasta di mais, a strati, un po’ alla volta: dovevo aspettare si asciugasse uno strato per applicarne un altro, altrimenti, ammaccavo il lavoro appena fatto!

Strato su strato, ho poi iniziato ad aggiungere la pasta ai rami ed a “contorcerli” per dar loro il tipico aspetto dell’ulivo.

Grande pazienza, nel realizzare un lavoro a “pezzi”… 

Dopo aver aggiunto rami e ramoscelli, radici, nodi e buchi nel tronco... li ho dipinti…

Finito?

Noooo! Dovevo applicare le foglioline ai rami

Ora, applicare una singola fogliolina alla volta, non era proprio fattibile, così, ho modellato della pasta di mais a “ricciolo” ed ho iniziato ad applicarla ai rami, sopra e sotto per dare l’idea della chioma…!

Ed infine, ancora pittura sulle… foglie!

Avrei potuto colorare la pasta all’inizio, di verde, ma mi piaceva l’idea di un albero con la chioma, tronco e rami un po’ “acquerellati”..

Dopo questo lavoro lungo e laborioso (avrò impiegato 5 giorni solo per realizzare l’albero), ho completato il cake topper con gli sposi: un gioco da ragazzi! ;-)

Ah e per realizzare le olive nella cesta…. Ho usato delle palline di polistirolo, dipinte! In foto non si vede, ma Monica le voleva nere… E quindi le ho ri-dipinte!

:)

2