ERBA MADRE... Pianta molto rustica e facile da coltivare che cresce anche negli ambienti più difficili. L’erba amara è conosciuta con nomi locali molto diversi anche tra luoghi vicini ed identificano la medesima piante. Viene usata soprattutto in cucina, il suo forte aroma insaporisce piatti a base di uova (frittate in particolare). Ottima per la preparazione di torte e di frittelle (denominate tortelli).

3  

POMODORO CENCARA... trapianto: in pieno campo da marzo a luglio; in serra da settembre a febbraio sesti d'impianto: 80-100 centimetri circa tra le fila; 35-40 centimetri circa sulla fila posizione: in pieno sole altezza della pianta: circa 1 metro raccolta: da luglio ad ottobre. I frutti maturano dopo circa 50 giorni dal trapianto

3  

AQUILEGIA... Nome comune: Aquilegia o Amor nascosto (per A. vulgaris). Genere: Aquilegia. Famiglia: Ranuncolaceae. Etimologia: dal latino “aquilegium”, serbatoio d’acqua, per le numerose goccioline di rugiada che si raccolgono sulle foglie e negli speroni dei petali. Provenienza: crescono spontanee in prati e boschi, fino a 2000 m. di altitudine, dell’America, dell’Europa e dell’Asia. Descrizione genere: comprende una settantina di specie di piante erbacee, rustiche e perenni, che presentano foglie formate da tre lobi, più o meno profondamente incisi (che ricordano quelle del prezzemolo), di colore variabile dal verde pallido al verde glauco e fiori (solitari o riuniti in pannocchie rade) dalla forma caratteristica: il calice, formato da cinque sepali lanceolati, racchiude i cinque petali della corolla, più o meno uniti e disposti a formare un imbuto. Questi presentano alla base una caratteristica estroflessione, detta sperone, che in alcuni casi può essere particolarmente pronunciata e nelle specie a fiore pendulo sono rivolti verso l’alto a formare una specie di coroncina. Le varie specie vengono suddivise in “specie alpine” e “specie da bordura”, in base alla taglia e quindi all’utilizzo che ne può essere fatto. Esigenze ambientali, substrato, concimazioni ed accorgimenti particolari Temperatura: sono piante perenni e rustiche. Luce: sono adatte sia a posizioni soleggiate (specie quelle derivate da A. chrysantha), che a mezz’ombra. Bisogna comunque fare attenzione ai colpi di sole, che possono causare una rapida disidratazione delle piante. Substrato: terreni umidi e freschi, ma ben drenati e ricchi di sostanza organica, con aggiunta di terriccio di foglie. A. vulgaris invece preferisce terreni calcarei. Concimazioni ed accorgimenti particolari: le specie alpine (in modo particolare A. flabellata e le sue varietà) possono essere coltivate anche in ciotole di 20-25 cm. di diametro, in gruppi di 3-4 piante per contenitore. Si rinvasano, in marzo, ogni due anni. Se si preferisce piantarle all’aperto, si deve procedere in settembre o in marzo. Da tenere presente che le aquilegie presentano una vita abbastanza breve e devono essere rinnovate dopo qualche anno di coltivazione. Moltiplicazione e potatura Moltiplicazione: le aquilegie si riproducono per seme. Generalmente si procede all’inizio della primavera, utilizzando un composto a base di torba e sabbia, in cassone freddo. Le nuove piantine dovranno essere trapiantate in settembre-ottobre. In serra si possono seminare anche a ottobre. In tal caso si procederà alla messa a dimora definitiva nella primavera successiva. Sono piante che si ibridano spontaneamente con grande facilità e, di conseguenza, i semi raccolti in terreni dove siano coltivate più specie o varietà non danno la certezza di ottenere esemplari con caratteri costanti (meglio in tal caso ricorrere a seme acquistato). Nuovi esemplari possono essere ottenuti anche per divisione dei cespi, ma è un metodo poco utilizzato. Potatura: dopo la fioritura, i fusti delle specie alpine devono essere sottoposti a cimatura; mentre quelli delle specie da bordura devono essere tagliati a livello del suolo.

3  
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85